Progetto fuoco

Progetto fuoco. Dove si incontra il mercato globale

Numeri da record per un evento fieristico in continua crescita. Così Progetto Fuoco, mostra internazionale di impianti e attrezzature per la produzione di calore ed energia dalla combustione di legna, si presenta dal 21 al 25 febbraio 2018 in Fiera a Verona. Con 300 espositori esteri sugli 800 complessivi (erano 754 nella precedente edizione) provenienti da 40 Paesi e con 115.000 mq a disposizione (105.000 nel 2016) la rassegna si conferma il principale salone mondiale del settore: “Un evento biennale in grado di fare tendenza e di indicare le linee guida per lo sviluppo del comparto” spiega Ado Rebuli presidente di Piemmeti SpA, la società ideatrice della manifestazione.  

“Avremo un’undicesima edizione all’insegna dei top di gamma – precisa il direttore dell’evento Raul Barbieri – con la presenza di tutte le principali aziende produttrici di stufe, caminetti e caldaie italiane, francesi, spagnole e tedesche, in rappresentanza dei maggiori mercati di produzione; ci saranno più di 100 produttori di pellet e legna da ardere provenienti da Italia, Austria, Germania, Paesi dell’Est e Scandinavia; e una considerevole rappresentanza di produttori di canne fumarie, accessori e componentistica”.  

Nei cinque giorni di mostra a Verona, in 7 padiglioni più le aree esterne, gli operatori specializzati, ma anche i consumatori finali, potranno avvicinare le novità dei seguenti prodotti: caminetti (e relativi rivestimenti e inserti), termocamini ad aria e ad acqua, stufe a pellets - a legna e ad accumulo termico, cucine a legna, termocucine in muratura, accessori per caminetti, legna, pellets, tronchetti, mattonelle, accendifuoco, prodotti per la pulizia, caldaie a pellets - a legna pezzata e a biomasse, bruciatori a pellets e per combustibili triti, impianti e sistemi "chiavi in mano", silos per stoccaggio, macchine per la produzione del pellets e spaccalegna, comignoli e camini, condotti da fumo, accessori per fumisteria, materiali refrattari, maioliche, ceramiche, strumenti di misura e controllo, servizi di fumisteria, studi di fattibilità e progettazione, associazioni, stampa tecnica.

Parallele all’esposizione, come sempre arricchita dagli strumenti energetici accesi grazie allo speciale impianto di aspirazione fumi, si terranno le giornate di studio che attraverso workshop e convegni organizzati in collaborazione con AIEL - Associazione Italiana Energie Agroforestali (partner tecnico di Progetto Fuoco), porranno l’accento sui temi della sostenibilità ambientale e del risparmio.

Grande attenzione sarà data  al design, con allestimenti raffinati e interessanti scelte architettoniche legati anche alla collaborazione con l’Associazione per il Disegno Industriale che il 22 febbraio organizza il convegno Idee intorno al fuoco.

A livello istituzionale si segnala la proficua collaborazione con Ice e Veronafiere, che, grazie ad una forte promozione a livello internazionale porterà a Verona delegazioni estere anche da Paesi emergenti.

Oltre al coinvolgimento di AIEL, al successo di Progetto Fuoco collaborano le associazioni: ANFUS, ASSOCOSMA, ANVER e Confartigianato Imprese Veneto; l’Università di Padova, (Dipartimento TE.SAF, ENAMA e Laboratorio ABC) e l’Università di Firenze con lo spin-off accademico iBioNet. Ingressi: orario continuato 9.00 – 18.00.

 

www.progettofuoco.com