L’efficienza energetica italiana si riunirà a Key Energy

Continua a crescere in Italia l’attenzione delle imprese e dei cittadini verso l’efficienza energetica. Lo dimostrano i dati dell’ecobonus del Rapporto Enea, secondo i quali gli italiani hanno investito l’anno scorso oltre 3,7 miliardi di euro per circa 420mila interventi di riqualificazione energetica, o l’aumento del numero di Energy manager, cresciuti del 6% negli ultimi 4 anni, come emerge dal recente report FIRE.

Il tema cruciale del migliore impiego delle risorse è al centro di Key Efficiency, il padiglione dedicato alle tecnologie per un uso intelligente dell’energia in ambito industriale e residenziale che si trova a Key Energy (Fiera di Rimini, 6-9 novembre 2018). La fiera leader per le rinnovabili nel Mediterraneo, organizzata da Italian Exhibition Group, ha luogo in contemporanea con Ecomondo, la grande vetrina della green e circular economy, e comprende nella sua offerta espositiva anche Key Solar, dedicato a prodotti e servizi del fotovoltaico, Key Wind, l´evento italiano di riferimento per il settore eolico, Key Storage, sull'immagazzinamento dell'energia da fonti rinnovabili e Città Sostenibile, il progetto sulla qualità ambientale dei centri urbani e sulla gestione virtuosa dei territori. Come ogni anno, si terranno in contemporanea anche gli Stati Generali della Green Economy (6-7 novembre).

Ricchissimo, anche per la prossima edizione, il programma dei convegni di Key Efficiency, a cura di Enea e delle varie associazioni di settore, come FIRE e Federesco. Apertura il 6 novembre con l’incontro dal titolo “Efficienza energetica: la chiave per un futuro sostenibile” (ore 15, Energy Room, pad. B5), un talk show che farà il punto sullo stato dell’arte delle politiche sull’uso efficiente dell’energia. Nel corso dell’evento si terrà l’ormai tradizionale e attesa consegna del premio FIRE-ENEA per gli Energy Manager del settore industriale.

Sempre a cura di Enea gli appuntamenti dedicati alle soluzioni per l’edilizia e l’industria: “L’efficienza energetica negli edifici: soluzioni e strumenti innovativi” (7 novembre, ore 14, Energy Room, pad.B5) e “L’Efficienza energetica nel settore industriale: opportunità tecnologiche e di sistema” (8 novembre, ore 14, Energy Room, pad.B5).

Le nuove opportunità derivanti dai titoli di efficienza energetica verranno invece affrontate dal convegno “Certificati bianchi: facciamo il punto”, organizzato da FIRE (7 novembre, ore 14.30 Sala Gardenia, pad. D7). Il tradizionale appuntamento organizzato dalla Federazione in collaborazione con Key Energy illustrerà i risultati raggiunti e le novità. Altri convegni FIRE dedicati agli addetti ai lavori sono “Misurare il risparmio energetico: ISO 50015 e IPMVP” (8 novembre, ore 14.30, Sala Gardenia, pad.D7), nel corso del quale saranno illustrati principi generali e linee guida relativi alla misura e verifica della prestazione energetica e il protocollo internazionale IPMVP; “Gli operatori dell’efficienza energetica: Energy manager, Energy auditor, EGE, ESCO” (8 novembre, ore 14.30 Sala Mimosa 2, pad.B6), organizzato in collaborazione con Assoege e Federesco, nel quale si delineerà il quadro normativo delle varie professionalità.

Le strategie di finanziamento per rilanciare gli investimenti nei settori pubblico e privato saranno al centro de “La finanza per l’efficienza energetica”, a cura di Federesco (6 novembre ore 14, Sala Tulipano, pad.B6), che organizza anche l’incontro “Efficienza energetica nella Pubblica Amministrazione” (7 novembre ore 9.30, Sala Tulipano, pad.B6).

Altro tema all’ordine del giorno sarà quello della riqualificazione profonda degli edifici, la cosiddetta deep-renovation, per molti un’occasione unica per rilanciare l’intero settore edilizio. Il tema verrà affrontato nel convegno “Efficientamento edifici esistenti: tecnica e finanza”, a cura di Green Building Council Italia (9 novembre ore 9,30 Sala Gardenia, Pad. D7).