News-Detail

#Sbloccascuole2017: oltre 1.400 interventi di edilizia scolastica

1.400 richieste online da 771 Enti, di cui 730 Comuni, 33 Province e 8 Città Metropolitane, per un totale di spazi finanziari richiesti che ammonta a oltre 446 milioni di euro.

Questi i numeri dell'operazione #sbloccascuole2017, gestita dalla Struttura di Missione per l'Edilizia Scolastica della Presidenza del Consiglio dei Ministri -  in collaborazione con la Ragioneria Generale dello Stato del Ministero dell'Economia e delle Finanze - presentata in Conferenza Stato - Città e Autonomie Locali.   

Le 829 richieste pervenute per le casistiche prioritarie A, B e C sono state accolte completamente per oltre 272 milioni, mentre le altre istanze saranno trasmesse al Ministero dell'Economia e delle Finanze, che, secondo quanto stabilito dalla Legge di Bilancio 2017, darà priorità agli interventi di edilizia scolastica.  Sono 154 gli interventi in continuità con #sbloccascuole2016 già avviati e che hanno ottenuto oltre 58 milioni di allentamento degli spazi finanziari. Sessanta sono interventi di nuova costruzione, 615 i casi di ristrutturazione e messa in sicurezza con progetti esecutivi già pronti. I dettagli dell'operazione sono riassunti sul documento di sintesi.

"Sono molto soddisfatta: anche quest'anno, grazie all'impegno del Governo, gli Enti locali hanno puntato sull'edilizia scolastica, portando avanti quella rivoluzione culturale necessaria a garantire scuole sicure e moderne". Così Laura Galimberti, coordinatrice della Struttura di Missione per l'Edilizia Scolastica a margine della Conferenza.  "Inoltre - aggiunge Galimberti -, grazie ad una procedura ancora più chiara e dettagliata, quest'anno abbiamo ricevuto richieste mirate. L'auspicio è quello di accompagnare gli Enti locali nella gestione dei propri spazi finanziari anche nel futuro".

"Si tratta di un provvedimento su cui esprimiamo grande soddisfazione perché spinge sugli investimenti e quelli sulla scuola sono in assoluto i più urgenti per il Paese”. Così il vicepresidente Anci e sindaco di Pesaro, Matteo Ricci, al termine della Conferenza Stato-Città. “Non parliamo di risorse ma di spazi finanziari - ha precisato Ricci - grazie ai quali i Comuni potranno dare il via a progetti esecutivi, inoltre il governo ha anche dato grande disponibilità ad accettare gran parte dei progetti non ancora esecutivi, ma ritenuti importanti e di interesse pubblico. E' uno degli aspetti più importanti dell’ultima Legge di bilancio - ha concluso il vicepresidente Anci -, che mette i Comuni nelle condizioni di cogliere al meglio questa opportunità. Si tratta di spazi di saldo per 300 milioni e il nostro auspicio è che anche le restanti richieste siano esaudite".

“Si tratta - ha detto Nicola Valluzzi, rappresentante Upi in Conferenza Stato Città e Presidente della Provincia di Potenza - di un intervento importante che consentirà a molte Province di partire da subito con lavori di messa in sicurezza nelle scuole superiori. Un primo passo cui siamo certi faranno seguito altri interventi con la previsione di risorse finanziarie specifiche a favore degli oltre 5100 edifici scolastici delle Province, in cui studiano oltre 2 milioni e 500 mila alunni”.