Flormart: florovivaismo, architettura e infrastrutture verdi

L’appuntamento padovano si annuncia carico di novità e pensa alla creazione di un vero e proprio progetto di collaborazione continuativo con le aziende del settore che si sviluppi nel corso di tutto l’anno

Torna Flormart, il salone internazionale compie 68 anni.

Si chiama Flormart Sistema 365 è ed una delle novità più significative dello storico salone padovano dedicato al florovivaismo, all’architettura del paesaggio e alle infrastrutture verdi.  Il cambio di passo nasce dalla valutazione che il modello fieristico, di incontro BtoB per 4 giorni, non possa essere esaustivo di un rapporto costruttivo con le aziende del settore ma rappresenti un momento di raccordo e di incontro di un percorso che si vuole proporre agli espositori aderenti al Flormart si sviluppa durante tutto l’anno.

Il cambiamento è totale e non riguarda solo il Flormart, abbiamo cambiato completamente l’approccio al tema fieristico ed espositivo, pertanto anche le singole manifestazioni non potevano che subire la stessa sortecommenta Luca Griggio, amministratore delegato di Geo Spa - quella che stiamo scrivendo in questi mesi è una storia di innovazione - e di passione - che parte da una semplice domanda: il modello di Fiera che oggi tutto il mondo propone è ancora attuale? Quella che proponiamo è una sfida culturale e di approccio vera e propria e chi accetta la nostra sfida crede in una Fiera dove il momento espositivo è evento finale di un percorso che dura tutto l’anno. La Fiera come spazio aperto di ricerca e sperimentazione industriale – per le imprese e la città tutta – un hub dell’innovazione in cui le aziende possono trovare stimoli e contaminazioni, oltre a progetti simbolo capaci di diventare esperienze pilota da “trasferire” al territorio”.

Il progetto Sistema 365 è oggi composto da quattro ambiti differenti tutti accomunati dall’obiettivo di valorizzare il ruolo che il verde, e quindi le produzioni di filiera, ha rispetto alla nostra vita collettiva e individuale e di rafforzare la consapevolezza che una soluzione concretamente, rispetto ai grandi temi del futuro, come inquinamento e dissesto idrogeologico,  passino proprio dall’utilizzo delle piante e del verde grazie alla progettazione del paesaggio, alla conservazione della biodiversità, alla valorizzazione e al recupero di spazi verdi all’interno degli ambiti urbani.

Il primo elemento progettuale è Giardino Italia, il parco della biodiversità e vetrina permanente per i distretti del florovivaismo, si colloca all’interno dell’ex quartiere fieristico di Padova ed è parte integrante del progetto di riqualificazione verde dell’area.  

Il secondo strumento è il Giardino Italia itinerante, ossia una sagoma dello stivale allestita con le piante che rappresentano la biodiversità italiana e, di fatto, la produzione delle aziende florovivaistiche, verrà esposta in occasione delle principali iniziative legate al verde, il Giardino Italia in tour moltiplica le opportunità e la conoscenza. 

Altro tassello del Flormart Sistema 365 sono i Green Matching che hanno l’obiettivo di creare all’interno di Flormart contatti business tra aziende florovivaistiche e i buyer italiani e internazionali.   Il programma di incontri one-to-one di conferenze e workshop viene organizzato in collaborazione con ABE

Ultimo ma non meno significativo elemento progettuale è il Green Press Tour, ossia un viaggio stampa per giornalisti esteri delle più importanti riviste internazionali di settore, che verranno accompagnati alla scoperta della biodiversità italiana visitando i distretti più significativi del florovivaismo italiano ma anche della scoperta delle eccellenze e della qualità dei prodotti Made in Italy.   Le prime tappe ipotizzate a maggio, settembre e ottobre 2017, previsti circa 15 giornalisti per tappa.

 

Per informazioni e approfondimenti in merito alla fiera e all’adesione progettuale:

Geo spa – 049 840451/516 – flormart@padovafiere.it

flormart.it