Architetti: ‘studi aperti’ ai cittadini il 26 e 27 maggio

Far conoscere al pubblico, e non solo agli addetti ai lavori, il mondo dell’architettura; far conoscere le specializzazioni e gli ambiti in cui operano i singoli studi professionali; stimolare gli stessi architetti a promuovere il loro lavoro e la loro attività rappresentando, nel senso più ampio possibile, l’intera categoria professionale; avvicinare i cittadini a questi professionisti per far comprendere l’importanza dell’architettura e della figura dell’architetto che interviene sullo spazio, sia pubblico che privato, dell’uomo.

Questi gli obiettivi di “Open, Studi aperti”, iniziativa organizzata dal Dipartimento Promozione della Cultura Architettonica e della figura dell’Architetto del Consiglio Nazionale degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori e che il 26 e 27 maggio prossimi vedrà coinvolti, attraverso l’organizzazione di singoli eventi, centinaia di studi di tutta Italia.

“Proprio in questi giorni - spiega Alessandra Ferrari, coordinatrice del Dipartimento -  stiamo registrando un grande interesse e una grande partecipazione da parte degli architetti italiani. Ad oggi sono quasi 250 gli studi professionali che hanno aderito all’iniziativa alla quale ci si potrà iscrivere fino al 5 maggio prossimo”.

Ogni informazione su “Open, Studi aperti” è disponibile su studiaperti.com.