Bonus Casa: scopri i benefici fiscali previsti per il 2019

Il Bonus Casa si rinnova anche per il 2019, prolungando la validità dei benefici fiscali sulle ristrutturazioni fino al 31 Dicembre. Un’ottima notizia per tutti i contribuenti che vogliono migliorare qualitativamente la propria abitazione perché hanno un motivo in più procedere senza le preoccupazioni delle spese.
Sappiamo bene infatti che i costi per ristrutturare casa sono numerosi e richiedono un impegno monetario non indifferente. Le agevolazioni fiscali tuttavia consentono di recuperare parte dell’investimento, con un risparmio che va dal 50 al 65% a seconda dell’intervento che si sceglie di eseguire.

Bonus Casa 2019
La manovra 2019 del governo conferma quanto già predisposto nelle precedenti leggi in materia di ristrutturazione casa. L’obiettivo è quello di dare la possibilità ai contribuenti di rinnovare casa beneficiando di sgravi fiscali e rendendo così maggiormente sicure le abitazioni e riqualificando le aree urbane del nostro paese.
Le agevolazioni, confermate al 50% con una spesa massima di 96.000€, sono valide per la ristrutturazione dell’appartamento, la messa in sicurezza e la riqualificazione energetica, con l’istallazione di impianti innovativi e ad alto risparmio energetico. Il risparmio è un fattore molto importante per gli edifici, perché oltre a costituire una voce importante sull’economia casalinga, aiuta l’ambiente e quindi preserva la nostra salute.
Le tipologie di intervento che rientrano nella normativa sono molteplici: manutenzione ordinaria e straordinaria, inclusi gli interventi di restauro conservativo, tutti i lavori volti al recupero di un immobile danneggiato a causa di calamità, le azioni che mirano al miglioramento della sicurezza in casa, come allarmi, cancelli e altre misure protettive, l’istallazione di impianti nuovi e più efficienti, l’adozione di misure antisismiche, i progetti per l’abbattimento di barriere architettoniche e la realizzazione di cablature dell’edificio per la riduzione dell’inquinamento acustico e l’isolamento della casa.
I dettagli degli interventi sono comunque contenuti nella guida elaborata dall’Agenzia delle Entrate e disponibile online. Alcuni di questi interventi hanno una percentuale più alta di agevolazione, come ad esempio le misure antisismiche, che grazie al SismaBonus prevedono un vantaggio fiscale che va dal 60 all’ 80% del lavoro, e per tutti gli interventi fino al 31 dicembre 2021.
Anche gli impianti di riscaldamento possono arrivare ad avere un’agevolazione del 65%, destinata a chi sceglie pompe di calore con un impianto energetico. Se avete poi degli spazi esterni che volete riqualificare, per il 2019 è previsto anche il Bonus Verde, che consente il recupero del 36% su un investimento di 5000€ per tutti i lavori di piantumazione delle aree verdi, dei giardini e dei terrazzi. Ciò favorirà un’attenzione maggiore al verde cittadino e all’abbellimento dei quartieri, che spesso si ritrovano con giardini abbandonati e anche brutti da vedere.

A chi affidarsi
Il consiglio più importante è quello di affidarsi a ditte specializzate per questo tipo di interventi, come ad esempio Facile Ristrutturare, diffusa su tutta la rete nazionale e che vanta un team specializzato che vi segue dalla progettazione alla consegna dell’abitazione a ristrutturazione completata.
Considerate inoltre che i costi di progettazione, di prestazioni professionali e di spese relative a tasse e documenti obbligatori sono rimborsabili. Scegliere quindi una ditta specializzata e completamente al vostro servizio per qualsivoglia esigenza non richiede neanche costi aggiuntivi.