1. Home
  2. Notizie e Mercato
  3. Bonus per interventi su edifici pubblici: il chiarimento

Bonus per interventi su edifici pubblici: il chiarimento

Edilizia di
Bonus per interventi su edifici pubblici: il chiarimento
0/5
votato da 0 persone
La legge di bilancio 2019 ha istituito un credito d’imposta del 65% in relazione alle erogazioni liberali effettuate per particolari tipologie di lavori su edifici e terreni pubblici

Il tax credit relativo alle erogazioni per gli interventi su edifici pubblici spetta anche agli enti non commerciali? Lo chiede un contribuente all’Agenzia delle Entrate. Ecco la risposta di Gennaro Napolitano.

In cosa consiste l’agevolazione?

La legge di bilancio 2019 ha istituito un credito d’imposta del 65% in relazione alle erogazioni liberali effettuate per particolari tipologie di lavori su edifici e terreni pubblici (articolo 1, commi 156-161, legge 145/2018).

L’agevolazione, in particolare, compete per le erogazioni in denaro, effettuate a partire dal 2019, per gli interventi su edifici e terreni pubblici finalizzati, sulla base di progetti presentati dagli enti proprietari, alla bonifica ambientale (compresa la rimozione dell’amianto), alla prevenzione e al risanamento del dissesto idrogeologico, alla realizzazione o alla ristrutturazione di parchi e aree verdi attrezzate e al recupero di aree dismesse di proprietà pubblica.

Nel novero dei soggetti che possono beneficiare del tax credit rientrano, oltre alle persone fisiche e ai titolari di reddito d’impresa, anche gli enti non commerciali.