1. Home
  2. Notizie e Mercato
  3. Bonus ristrutturazioni: ne può usufruire il futuro acquirente?

Bonus ristrutturazioni: ne può usufruire il futuro acquirente?

Restauro e risanamento di
Bonus ristrutturazioni: ne può usufruire il futuro acquirente?
5/5
votato da 1 persone
La domanda è stata posta da un contribuente all’Agenzia delle Entrate ed è particolarmente interessante. Ecco come il Fisco chiarisce il dubbio

Come saprete, per gli interventi di ristrutturazione edile esiste una detrazione dell’Irpef. Ma di questo bonus può usufruire anche il futuro acquirente di un immobile sul quale egli intende effettuare i lavori? La domanda di un contribuente all’Agenzia delle Entrate è particolarmente interessante. Ecco come il Fisco chiarisce il dubbio.

La risposta di Palo Calderone

La detrazione dall’Irpef delle spese sostenute per gli interventi di recupero del patrimonio edilizio può essere usufruita anche dal futuro acquirente di un immobile, a condizione che sia stato stipulato e regolarmente registrato un contratto preliminare di vendita dell’unità immobiliare.

Più in generale, per beneficiare dell’agevolazione è necessario che alla data di presentazione della dichiarazione dei redditi nella quale il contribuente si avvale della detrazione siano stati registrati il preliminare di acquisto o il rogito.

Inoltre, è necessario che l’acquirente sia stato immesso nel possesso dell’immobile ed esegua gli interventi a proprio carico. Non è invece richiesta l’autorizzazione ad eseguire i lavori da parte del venditore.

Nel rispetto di tutte le altre condizioni, infine, la detrazione spetta al futuro acquirente anche nelle ipotesi in cui non si perfezioni l’acquisto (circolare n. 13/2019).