Come è agevolabile l’eliminazione delle barriere architettoniche?

L’eliminazione delle barriere architettoniche è agevolabile anche se nel condominio non abita nessuna persona disabile? Lo chiede un contribuente all’Agenzia delle Entrate. Ecco la risposta di Gennaro Napolitano.

Tra i lavori che danno diritto alla detrazione d’imposta relativa alle spese per gli interventi di recupero del patrimonio edilizio rientrano anche quelli finalizzati alla eliminazione delle barriere architettoniche, aventi a oggetto ascensori e montacarichi (articolo 16-bis, comma 1, lettera e, Tuir). Si tratta di opere che possono essere realizzate sia sulle parti comuni sia sulle singole unità immobiliari.

La detrazione spetta anche se l’intervento finalizzato all’eliminazione delle barriere architettoniche è effettuato in assenza di disabili nell’unità immobiliare o nel condominio in cui sono eseguiti i lavori (circolare n. 7/E del 27 aprile 2018).