Come risparmiare sulla ristrutturazione di casa?

Settembre è notoriamente un mese di grandi progetti e buoni propositi. I dati di Habitissimo confermano come, con l’approssimarsi dell’autunno, anche le richieste di preventivi per le ristrutturazioni casa aumentano del 30%. Per coloro che finalmente ci sono decisi a rendere più bella la loro casa, ecco alcuni consigli utili dagli esperti di Habitissimo per risparmiare ed evitare sgradite sorprese.

“More is less”
Può sembrare contraddittorio ma a volte, quando si parla di ristrutturazione, fare più lavori significa spendere meno. Questo perché una piccola ristrutturazione è proporzionalmente più costosa di una integrale. Il lavoro e persino i materiali sono più economici se il lavoro è più grande, quindi, potendoselo permettere, è meglio spendere un po' di più e fare tutto il lavoro in una volta.

Confrontare bene le offerte
Se si chiede più di un preventivo, mossa altamente consigliata, è opportuno assicurarsi che tutti contengano gli stessi gli stessi materiali e la stessa tipologia di esecuzione. È molto difficile inoltre fare un confronto se non si specifica tutto per bene, quindi è fondamentale assicurarsi che le varie voci siano suddivise in modo che sia più facile rilevare le differenze ed essere in grado di scegliere il preventivo che meglio si adatta alle proprie esigenze. Un consiglio, che di solito funziona, è non rimanere mai con il più costoso (questo è ovvio), ma nemmeno direttamente con il più economico.

Pensare al futuro
Ci sono spese che in un primo tempo possono sembrare troppo alte, ma che mostrano vantaggi a lungo termine. Ad esempio, è molto importante pensare al futuro dispendio energetico della casa. Se una volta che si è immersi nei lavori di ristrutturazione si tiene a mente la sostenibilità, non solo il pianeta ringrazierà, ma anche le proprie tasche. Uno dei modi più semplici e ovvi è isolare bene la casa per risparmiare sul riscaldamento e/o l'aria condizionata, oltre ad utilizzare sistemi di illuminazione che consumano meno, come i LED. Possono sembrare delle spese aggiuntive, ma ripagheranno a lungo termine.

Non lesinare su ciò che è importante
In una ristrutturazione è molto importante avere le priorità chiare, e sicuramente una di queste è che gli impianti siano in perfette condizioni. Risulta poco utile spendere per la vernice o per un pavimento nuovo se gli impianti elettrici ed idraulici sono vecchi. Prima o poi si dovranno rifare per cui è preferibile che questo lavoro venga fatto subito per evitare spese aggiuntive che inoltre potrebbero influire su tutto quello che si è fatto in superficie. Per ovvi motivi, gli impianti devono essere perfetti prima di affrontare qualsiasi altro tipo di miglioria sulla casa. La stabilità dell'edificio dev’essere una priorità!

Ispirarsi per ottimizzare
Molti progetti di ristrutturazione casa oggigiorno vengono realizzati con budget molto bassi. I migliori materiali non sono sempre per forza i più costosi. Per questo è importante vedere altri progetti per farsi ispirare e convincersi che non è sempre necessario spendere molto per avere una casa nuova. Alcune delle migliori riforme selezionate da Habitissimo si basano sulla premessa che una buona pianificazione degli spazi è spesso più importante dei materiali utilizzati. A volte una parete divisoria o il cambio del colore delle pareti può dare alla casa un’aria totalmente rinnovata.

Circondarsi di professionisti
Spesso si crede esattamente il contrario, ma che il lavoro sia eseguito da un architetto o un interior designer, oltre a portare via qualche mal di testa, può aiutare a contenere i costi. Quello di cui spesso non si tiene conto è che la loro presenza farà in modo che si rispettino le scadenze grazie alla coordinazione efficace di muratori, elettricisti, idraulici ... Questo, a lungo termine, si traduce in un risparmio di tempo e denaro. Inoltre, la loro expertise aiuterà a scegliere i migliori materiali e ottenere i migliori prezzi dalle ditte di materiali.

Ricicla!
Non sempre la soluzione migliore è fare piazza pulita buttando giù tutto e ripartendo da zero. A volte quello che si ha è meglio di quello che si pensa e si può riciclare dandogli una nuova vita. Ad esempio, se si odiano le piastrelle della cucina o del bagno, ma non ci si può permettere una ristrutturazione integrale la soluzione può essere semplicemente dipingerle.

Scoprire se si può trarre vantaggio dagli incentivi
È importante tenere a mente che, almeno fino al 31 dicembre 2018, i lavori di ristrutturazione rientrano nelle detrazioni grazie ai bonus: ecobonus, bonus verde, bonus per arredamento...Sul sito della Agenzia delle Entrate è possibile essere sempre aggiornati al riguardo.