Come scegliere il rivestimento per il proprio bagno?

La ristrutturazione bagno (foto Home Adore) è uno dei lavori più richiesti dagli italiani. Tra i miglioramenti più richiesti, quelli relativi alla sostituzione dei sanitari (32%) e all’installazione della vasca al posto della doccia (25%). In percentuale minori si trovano le richieste relative alla sostituzione del pavimento (11%) e dei rivestimenti (9%).

I professionisti iscritti al portale Habitissimo spiegano come tra i dubbi che fanno esitare maggiormente i privati al momento di ristrutturare il bagno, ci sia proprio la scelta dei rivestimenti. Oltre agli aspetti estetici si richiede di poter unire anche proprietà di carattere pratico come facile pulizia e durabilità.

Gli esperti di Habitissimo elencano 5 materiali top, che uniscono raffinatezza e funzionalità, per aiutare tutti coloro che devono affrontare questa scelta.

Cemento resina
Adatta sia ad interni che esterni, il cemento resina è particolarmente adatto al rivestimento del bagno grazie alla sua impermeabilità. Oltre a questo importantissimo aspetto pratico, questo materiale permette di rinnovare con facilità un rivestimento presente per una ristrutturazione rapida, oppure da applicare direttamente sulla parete. Inoltre, essendo una finitura che viene applicata manualmente, i risultati ottenuti sono sempre unici e possono essere facilmente personalizzati con l’aggiunta di pigmenti e additivi.

Resina Epoxy
La resina epoxy è un materiale in grado di far diventare estremamente raffinato qualsiasi bagno. Si tratta di una finitura che consente di ottenere superfici continue che appaiono molto eleganti. Uno dei suoi vantaggi sono le innumerevoli possibilità creative offerte, in termini di colori e di effetti, per arrivare alla opportunità di inglobare elementi decorativi nel suo spessore. Questo senza compromettere le sue proprietà tecniche, eccellenti per l’ambiente bagno, come la resistenza, l’igienicità e l’impermeabilità.

Gres porcellanato
Sicuramente tra i rivestimenti bagno quello di maggior qualità, il gres porcellanato è bello, resistente, ma soprattutto pratico. Essendo molto poco poroso, non assorbe l’acqua per cui è adatto a rivestire anche le zone doccia. Il gres viene prodotto in un’ampia gamma di formati e finiture che permettono di riprodurre verosimilmente l'aspetto di materiali come il marmo, la pietra, il cemento o il legno.

Corian
Il corian è un materiale di grande tendenza grazie al suo aspetto iper moderno, con superfici che hanno un aspetto uniforme e sono setose al tatto. Pur avendo un origine artificiale, ha infatti una consistenza molto piacevole e calda. Si può trovare sotto diverse forme, le lastre ad esempio si possono utilizzare come rivestimenti oppure possono essere elaborate per la creazione di elementi più complessi, come può essere un lavabo, il tutto senza avere giunzioni e fughe. È igienico, facile da pulire e resistente agli urti.

Marmo
Il marmo è sicuramente un materiale dall’innegabile fascino, con le sue caratteristiche venature che rendono ogni pezzo unico. Un rivestimento in marmo è in grado di rendere sofisticato qualsiasi bagno, donando un'atmosfera senza tempo. È un materiale molto versatile e, a seconda di come viene lavorato, può dare uno stile classico o moderno. Sul piano tecnico è resistente e solido, ma anche molto delicato, trattandosi di un materiale naturale. Per farlo durare a lungo e preservarlo dalle macchie è quindi consigliato effettuare un trattamento protettivo.