1. Home
  2. Notizie e Mercato
  3. Compravendite e mutui: cosa dice l’Istat?

Compravendite e mutui: cosa dice l’Istat?

Edilizia di
Compravendite e mutui: cosa dice l’Istat?
0/5
votato da 0 persone
I dati dell’Istituto Nazionale di Statistica si riferiscono al quarto trimestre del 2018 e consentono anche di tracciare un bilancio sull’andamento dell’anno

Ci sono nuovi dati sul mercato immobiliare che meritano attenzione. Riguardano, in particolare, le compravendite e i mutui relativi al quarto trimestre 2018. Provengono dall’Istat, Istituto Nazionale di Statistica.

Ecco i numeri più rilevanti

Nel quarto trimestre le convenzioni notarili di compravendita e le altre convenzioni relative ad atti traslativi a titolo oneroso per unità immobiliari (230.258) aumentano del 4,7% rispetto al trimestre precedente (+4,4% il settore abitativo e +10,5% l’economico).

L’incremento congiunturale interessa tutte le aree geografiche del Paese sia per il settore abitativo (Nord-ovest +5,5%, Nord-est +4,7%, Centro +4,4%, Sud +2,8% e Isole +1,8%) sia per l’economico (Nord-ovest +22,1%, Isole +8,2%, Sud +6,7%, Centro +4,6% e Nord-est +3,9%).

Il 93,9% delle convenzioni stipulate riguarda trasferimenti di proprietà di immobili a uso abitativo e accessori (216.173), il 5,6% a uso economico (12.931) e lo 0,5% a uso speciale e multiproprietà (1.154).

Rispetto al quarto trimestre 2017, le transazioni immobiliari aumentano complessivamente del 7,6%, il livello di crescita più alto degli ultimi due anni. L’espansione riguarda sia il settore abitativo (+7,8%), sia l’economico (+4,6%).

L’incremento tendenziale osservato per l’abitativo interessa tutto il territorio nazionale: Isole (+10,1%), Nord-est (+9,9%), Centro (+9,7%), Nord-ovest (+7,4%) e Sud (+2,8%). La crescita riguarda tutte le tipologie di Comuni (città metropolitane +8,1% e piccoli centri +7,6%). Anche il comparto economico registra variazioni tendenziali positive in tutto il Paese, Nord-ovest (+5,7%), Nord-est (+5,1%), Centro (+4,8%), Sud (+2,8%) e Isole (+2,0%), nelle città metropolitane (+5,8%) come nei piccoli centri (+3,8%).

Bene anche il mercato dei mutui

Le convenzioni notarili per mutui, finanziamenti e altre obbligazioni con costituzione di ipoteca immobiliare (115.478) crescono del 2,2% rispetto al trimestre precedente e dell’8,4% su base annua.

Tali convenzioni registrano un aumento su tutto il territorio nazionale, sia su base congiunturale (Centro +3,5%, Nord-est e Isole +2,1%, Sud +1,7% e Nord-ovest +1,6%), sia su base annua (Centro +12,3%, Isole +10,6%, Nord-est +9,1%, Nord-ovest +6,7% e Sud +4,9%). Rispetto alla tipologia dei Comuni, la crescita riguarda sia le città metropolitane (+9,8%) che i piccoli centri (+7,3%).

 

Il 2018, nel suo complesso, registra, rispetto all’anno precedente, una ripresa del 4,7% per il totale delle convenzioni di compravendita (+5,5% il settore abitativo e -5,8% l’economico) e del 3,6% per i mutui.