1. Home
  2. Notizie e Mercato
  3. Concorso InstantHouse Social Club, al via da Moretti Interholz la costruzione del progetto vincitore

Concorso InstantHouse Social Club, al via da Moretti Interholz la costruzione del progetto vincitore

Professione di
Concorso InstantHouse Social Club, al via da Moretti Interholz la costruzione del progetto vincitore
5/5
votato da 1 persone
Ad Erbusco i vertici aziendali si sono incontrati con il rappresentante di Federlogno Arredo, due professori del Politecnico di Milano e l’arch. Fabrizio Fiscaletti, autore del progetto vincente


Vittorio Moretti, presidente di Moretti Spa, e Paolo Bentivoglio, direttore generale di Moretti Interholz, hanno accolto a Erbusco (BS) Franco Amadei di FederlegnoArredo, i professori del Politecnico di Milano Remo Dorigati e Massimiliano Spadoni con l’arch. Fabrizio Fiscaletti vincitore del concorso InstantHouse Social Club. L’incontro è servito a dare ufficialmente avvio ai lavori di produzione del Recinto Rurale, il progetto che Moretti Interholz costruirà a misura reale a MADEexpo il prossimo ottobre.

Il progetto vincitore del primo premio del concorso InstantHouse Social Club 2011 - promosso da FederlegnoArredo in collaborazione con il Politecnico di Milano - nasce in risposta alla richiesta di una piccola struttura idonea a mettere in comunicazione gli spazi dell'abitare intorno ai parchi: il tema centrale della proposta del concorso era infatti la rete di servizi situati lungo il sistema delle Vie d'Acqua prospettate da EXPO 2015. Il Recinto Rurale ha come obiettivo quello di diventare una nuova piazza per i quartieri circostanti per poter accogliere e far incontrare le persone proponendo opportunità di partecipazione attiva, scambio e contaminazione tra diverse generazioni e culture. E per questo, a Rho nel padiglione 4, lo spazio sarà adibito ad accogliere un programma articolato di appuntamenti nel corso della fiera.

Moretti Interholz - azienda della sub-holding Moretti Costruzioni, leader nell’edilizia industrializzata - lavora da 40 anni nel settore del legno lamellare e accoglie con entusiasmo l’opportunità di collaborare con il Politecnico di Milano e Fiscaletti offertagli da FederlegnoArredo che sostiene l’incontro tra la capacità produttiva delle aziende e le aspirazioni professionali delle nuove generazioni. Moretti Interholz impiega un gran numero di giovani che, come ha affermato il Presidente Vittorio Moretti “sono i più idonei a fare innovazione”, e si è resa disponibile a mettere al servizio di un giovane architetto la propria esperienza. L’importanza dell’aspetto tecnico nella formazione e nel lavoro degli architetti, che oggi si è quasi completamente digitalizzato, così come seguire la messa in opera delle realizzazioni è un valore aggiunto. “Il bando di concorso – sostiene Remo Dorigati, prof. Ordinario Dip. Architettura e Pianificazione Politecnico di Milano – non chiedeva di sperimentare a priori dettagli costruttivi, così la connessione con l’anima dell’azienda avviene proprio attraverso il materiale, il legno, che più di altri offre la possibilità di sviluppare anche una sensibilità sensoriale”.