1. Home
  2. Notizie e Mercato
  3. Conto Termico: quanto indica il contatore al 1° giugno?

Conto Termico: quanto indica il contatore al 1° giugno?

Energie rinnovabili di
Conto Termico: quanto indica il contatore al 1° giugno?
0/5
votato da 0 persone
Si tratta dell’incentivo previsto per la realizzazione di interventi di efficienza energetica e impianti termici alimentati a fonti rinnovabili presso privati e pubbliche amministrazioni

Il Contatore del Conto Termico consente di monitorare l'andamento degli incentivi impegnati attraverso questo meccanismo che supporta la realizzazione di interventi di efficienza energetica e impianti termici alimentati a fonti rinnovabili presso privati e pubbliche amministrazioni.

Ma quanto indica ad oggi il contatore?

Il GSE, Gestore dei Servizi Energetici, ha aggiornato il Contatore al 1° giugno 2019. Dall'avvio del meccanismo ad oggi sono pervenute circa 219 mila richieste di incentivi, alle quali corrisponde un ammontare di incentivi impegnati di 607 milioni, di cui 174 per interventi realizzati dalla pubblica amministrazione e 433 per interventi realizzati da privati.

L'impegno di spesa per il 2019 del Conto Termico ammonta complessivamente a 198 milioni, con un incremento di 27 milioni rispetto al mese precedente per effetto delle nuove richieste ammesse agli incentivi per le quali è previsto il pagamento dei corrispettivi nell'anno in corso.

L'impegno di spesa per il 2019 è rivolto per 130 milioni ad interventi realizzati da privati e 68 milioni ad interventi realizzati dalla PA, di cui 48 mediante prenotazione. I tre importi di incentivi impegnati sono compatibili con i limiti di spesa annui previsti per privati, PA e prenotazioni nel meccanismo pari rispettivamente a 700, 200 e 100 mln.