Ecco cosa occorre per contrastare i cambiamenti climatici

La lotta ai cambiamenti climatici è stata al centro dell’evento All4TheGreen: Mobilizing Climate Science tenutosi presso l’Università Alma Mater Studiorum di Bologna. Cosa fare per contrastarli? In primis, come riportato dall’agenzia di stampa Askanews, sensibilizzare tutti, soprattutto i giovani, sul cambiamento climatico e i suoi effetti e stimolare gli scienziati a rafforzare il loro impegno nelle azioni future a favore dello sviluppo sostenibile. Parola di ANTER, Associazione Nazionale Tutela Energie Rinnovabili.

L’iniziativa, alla quale hanno partecipato, tra gli altri, il ministro dell’Ambiente, Gian Luca Galletti, e numerosi scienziati di fama internazionale, è stata organizzata da Connect4Climate, il programma della Banca Mondiale per la comunicazione sul cambiamento climatico, in collaborazione con il movimento All4TheGreen.

Lottare per garantire sostenibilità ambientale e diritto alla salute è una sfida urgente e collettiva - dichiara Sophie Stallini, Responsabile Rapporti Istituzionali di Anter -. Promuovere le energie rinnovabili è una strategia vincente per portare benefici contemporaneamente su entrambi i fronti. Nel corso degli anni, sin dal 2009, Anter ha sviluppato progetti educativi, formali e informali, per informare ragazzi e adulti sulle tematiche ambientali. L’obiettivo è di sensibilizzare e sviluppare, sulla base di dati scientifici, buone pratiche per cittadini, istituzioni, aziende”. ANTER (www.anteritalia.org) è la prima associazione no-profit italiana a entrare come attore della commissione salute nella “Coalizione per il Clima e l’Aria Pulita” (Climate and Clean Air Coalition) e sostiene inoltre, la campagna breathelife2030.org.

L’Associazione Nazionale Tutela Energie Rinnovabili, che lo scorso anno ha partecipato al G7 Ambiente organizzando il side event “Salviamo il Respiro della Terra - Il Sole in Classe va al G7”, porterà avanti il proprio impegno educativo nei confronti dei cittadini, per promuovere le scelte responsabili per il futuro del pianeta. “Continueremo a lavorare per contrastare il conto alla rovescia verso il 2030, anno dal quale si prevede che il danno ambientale e climatico possa diventare irreversibile. Per questo, ANTER ha in progetto per il 2018 un tour da Nord a Sud del Paese, per incontrare i cittadini e lavorare con loro, mano nella mano”.