Il Governo stoppa la Sicilia su fotovoltaico ed eolico

Italia Solare accoglie positivamente l'impugnativa del Governo sulla moratoria in Sicilia per gli impianti fotovoltaici ed eolici. L'associazione già nelle settimane scorse aveva mostrato le sue perplessità sulla legge della Regione Sicilia n° 8, evidenziando, oltre ai profili di incostituzionalità, le probabili ripercussioni negative sull'intera filiera delle rinnovabili e i derivanti ostacoli al raggiungimento degli obiettivi nazionali e comunitari in termini di produzione elettrica da rinnovabili.
 
"L'impugnativa da parte del Governo è perfettamente in linea con la nostra posizione - dichiara Paolo Rocco Viscontini, Presidente di Italia Solare -, ma da sola non è sufficiente a debellare i troppi ostacoli burocratici che, oramai da tempo, inficiano lo sviluppo delle fonti rinnovabili. Crediamo fermamente che sia arrivato il momento di iniziare una pianificazione territoriale nazionale che coinvolga le Regioni a partire da un censimento delle aree industriali e agricole".
 
"Individuare una volta per tutte le aree idonee all'installazione degli impianti fotovoltaici - conclude Rocco Viscontini - è il principale e fondamentale strumento per consentire il raggiungimento degli obiettivi nazionali e comunitari di produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili. Tale strumento servirebbe inoltre a consentire alla filiera industriale di predisporre piani di investimento pluriennali, garantendo sia lo sviluppo sostenibile e condiviso delle installazioni che la creazione di nuovi e duraturi posti di lavoro".