La Regione Friuli aiuta le famiglie a pagare la bolletta elettrica

La bolletta elettrica incide in maniera pesante sulla situazione economica delle famiglie. La Regione Friuli-Venezia Giulia ha deciso di alleggerirne il peso attraverso la Carta Famiglia, stanziando 6,7 milioni di euro per abbattere i costi sostenuti nel 2017.

Oltre alle risorse, che sono pari a quelle del 2016, il provvedimento stabilisce quali siano i valori massimi del beneficio per coloro che hanno un Isee non superiore ai 30mila euro. In particolare, vengono individuati quattro scaglioni a seconda della somma totale delle bollette pagate, nonché tre fasce di sostegno (bassa, media e alta).

Nel caso di una spesa complessiva pari a 600 euro, l'intensità del beneficio è rispettivamente di 130, 195 e 260 euro, mentre se i costi oscillano tra i 600,1 e i 1000 euro, il sostegno sarà di 170, 255 e 340 euro. Per lo scaglione successivo (da 1000,1 a 1500 euro), è previsto un beneficio di 210, 315 o 420 euro, mentre oltre i 1500 euro diventerà di 260, 390 e 520 euro. Per tutti e quattro gli scaglioni non va computato l'importo relativo al canone di abbonamento alla televisione per uso privato.

Le domande per ottenere i benefici dovranno essere presentate al Comune che rilascia la Carta famiglia tra il 6 marzo e l'11 maggio.