L’edilizia in legno infrange un nuovo record

A Tokyo, in Giappone, l’edilizia in legno stabilirà un nuovo record. Merito della società del settore legname Sumitomo Forestry che ha presentato il progetto W350 per un nuovo grattacielo.

Nel 2041, quando sarà terminato, rappresenterà l’edificio con struttura lignea più alto al mondo. Sarà alto350 metri e presenterà sulle facciate un sistema di terrazzamenti alberati.

C’è un po’ di Italia nel progetto. La struttura riprende anche il principio del Bosco Verticale ideato da Stefano Boeri a Milano e poi esportato all’estero in Cina.

L’impiego del legno e degli elementi vegetali, nella costruzione di grattacieli e edifici che si sviluppano in altezza, è una delle tendenze architettoniche sempre più seguita da architetti provenienti da tutto il mondo. Infatti verrà realizzata a Parigi una torre residenziale di 54 metri di altezza con struttura interamente in legno, progettata da Stefano Boeri Architetti.

La torre ospiterà più di 2000 tra alberi, arbusti e piante, con una superficie verde equivalente a un ettaro di foresta. La Forêt Blanche, così come la torre W350, sono i primi passi verso una nuova generazione di architetture che inglobano gli elementi naturali come parti essenziali, superando così il concetto di verde inteso come semplice decorazione.