Nuova linfa per l’edilizia sanitaria in Lombardia

L’assessore al Welfare della Regione Lombardia, Giulio Gallera, ha di che sorridere a seguito della notizia dell'accordo Stato-Regioni in tema di sanità, in vista dell'approvazione della legge di Bilancio 2019.

"Sono molto soddisfatto per la notizia dell'arrivo da parte del Governo di 4 miliardi in più da destinare all'edilizia sanitaria - commenta -. Continuare a investire nell'ammodernamento delle strutture ospedaliere è un modo per garantire le cure d'eccellenza ai pazienti e allo stesso tempo per trattenere le migliori professionalità".

"Ringrazio il sottosegretario Massimo Garavaglia - ha sottolineato l'assessore - che si è adoperato per ottenere questo importante risultato che permetterà al Governo di recuperare il ritardo degli ultimi anni. Negli ultimi tre anni, Regione Lombardia, con un investimento di 400 milioni di euro, ha sostenuto tutti gli oneri per ammodernare i suoi ospedali, per riconvertire i reparti e rinnovare il parco tecnologico".

"Ora grazie a risorse nazionali - ha concluso Gallera - potremo realizzare importanti opere come il nuovo ospedale dei Santi Paolo e Carlo, quello di Busto-Gallarate e potremo acquistare macchinari tecnologici che ci permetteranno di rendere il nostro sistema sociosanitario sempre più attrattivo. Queste risorse si vanno ad aggiungere ai 120 milioni che abbiamo inserito nella legge di bilancio che verrà approva dal Consiglio Regionale e che ci permetterà, anche nel 2019, di acquistare nuovi macchinari e ammodernare le strutture sanitarie".