Nuovo boom delle gare pubbliche di ingegneria e architettura

Con la pubblicazione di 5 bandi per accordi quadro, per un totale di 32 lotti, con un valore di 196,3 milioni di euro, quasi l’88% di quanto messo in gara nel mese, l’Anas provoca un vero boom del mercato a novembre: per la sola progettazione in totale nel mese sono state bandite 288 gare, per un importo di 223,9 milioni di euro. Senza i 5 bandi dell’Anas il valore messo in gara sarebbe di 27,6 milioni di euro, -33,9% sul precedente mese di ottobre e -46,3% su novembre 2016. Rispetto al precedente mese di ottobre il numero cala del 17,2% ma il valore cresce del 435,6%. Il confronto con novembre 2016 vede incrementi del 2,9% in numero e del 334,8% in valore.

Il bilancio complessivo del 2017 è largamente positivo: rispetto ai primi 11 mesi del 2016 i bandi di sola progettazione sono cresciuti del 25,8% in numero e del 130,6% in valore.

Anche il complesso di tutti i servizi di ingegneria e architettura risente della pubblicazione dei bandi Anas: nel mese di novembre 2017 il numero delle gare è stato di 519 con un importo di 237,5 milioni di euro, -9,7% in numero e + 283,5% in valore sul precedente mese di ottobre, e -2,1% in numero e +117,8% in valore su novembre 2016. Se non prendessimo in considerazione i bandi Anas il totale messo in gara sarebbe di 42 milioni di euro, -33,6% su ottobre 2017 e -62,2% su novembre 2016.

I primi undici mesi del 2017 si chiudono con un +18,3% in numero e un +50,1% in valore sugli stessi mesi del 2016. Il valore complessivo messo in gara negli undici mesi del 2017 ha superato, per la prima volta da quando è iniziata la rilevazione del mercato nel 1996, il miliardo di euro, al netto del maxibando pubblicato nel mese di dicembre 2015 della CONSIP per attività di supporto specialistico e assistenza tecnica con un valore complessivo di oltre 261 milioni di euro.

I bandi per appalti integrati rilevati a novembre sono stati 18, con valore complessivo di 325,3 milioni di euro. Dei 18 bandi 10 hanno riguardato i settori speciali, per un importo di 316,9 milioni di euro, e 8 i settori ordinari, di cui 6 con valore noto, per un importo di 8,4 milioni di euro.

Sono sempre troppo elevati i ribassi con cui le gare vengono aggiudicate (si tratta di dati relativi a tutti i servizi di ingegneria e architettura e non soltanto alle progettazioni): a fine novembre il ribasso medio sul prezzo a base d'asta per le gare indette nel 2014 è al 30,2%, per quelle indette nel 2015 al 40,0%; le gare pubblicate nel 2016 danno un ribasso che arriva al 42,3%, anche quelle pubblicate nel 2017 danno un ribasso medio del 42,5%.