1. Home
  2. Notizie e Mercato
  3. Quanto indica il contatore delle rinnovabili non fotovoltaiche?

Quanto indica il contatore delle rinnovabili non fotovoltaiche?

Energie rinnovabili di
Quanto indica il contatore delle rinnovabili non fotovoltaiche?
0/5
votato da 0 persone
L’ammontare va confrontato con il tetto di 5,8 miliardi di euro ed è in aumento rispetto al mese precedente, principalmente per i segnali di riduzione del prezzo dell'energia

Un nuovo aggiornamento arriva dal Gestore dei Servizi Energetici. Riguarda il Contatore delle fonti rinnovabili non fotovoltaiche. A quanto ammonta al 31 luglio 2019? Andiamo a scoprirlo.

Il contatore indica un costo indicativo medio di 4,866 miliardi di euro. Tale ammontare va confrontato con il tetto di 5,8 miliardi di euro ed è in aumento rispetto al mese precedente (+101 € mln), principalmente per i segnali di riduzione del prezzo dell'energia. Il presente aggiornamento include anche l'onere relativo al registro per gli impianti alimentati a biogas, la cui graduatoria è stata pubblicata dal GSE il giorno 8 luglio 2019.

Cosa rientra nel Contatore?

Nel contatore rientrano gli oneri d'incentivazione riguardanti gli impianti CIP6 (quota rinnovabile), l'incentivo sostitutivo dei Certificati Verdi e le Tariffe Onnicomprensive (DM 18/12/2008), gli impianti incentivati mediante il Conto Energia per il solare termodinamico e quelli in esercizio ai sensi del DM 6/7/2012 e del DM 23/6/2016 (FER non fotovoltaiche).

Per maggiori informazioni è possibile consultare sul sito del GSE i documenti relativi alle modalità di calcolo e allo Scenario Evolutivo del contatore.