1. Home
  2. Notizie e Mercato
  3. Robotica e intelligenza artificiale, il futuro dell’edilizia in legno

Robotica e intelligenza artificiale, il futuro dell’edilizia in legno

Materiali di
Robotica e intelligenza artificiale, il futuro dell’edilizia in legno
0/5
votato da 0 persone
Queste tematiche saranno dibattute in una serie di convegni che si rivolgono a progettisti ed imprenditori. Dove? Alla fiera Legno&Edilizia 2019 di Verona

La rivoluzione è già cominciata. Robotica e computerizzazione stanno diventando parte integrante dell’edilizia in legno, e lo saranno sempre più. In che modo?

“La robotizzazione degli impianti produttivi del legno condizionerà presto molti settori tradizionali del legno strutturale - spiega il prof. Franco Laner, una delle massime autorità internazionali del settore -. E non è esagerato sostenere che siamo alla vigilia di un cambio di paradigma molto significativo per l’uso razionale e sostenibile della risorsa rinnovabile che il legno rappresenta”.

Queste tematiche saranno dibattute in una serie di convegni che si rivolgono a progettisti ed imprenditori, trattando dell’innovazione in atto e di possibili scenari di frontiere applicative. Dove? Alla fiera Legno&Edilizia 2019, dal 7 al 10 febbraio a Verona. Il focus, sottolineato dalla presenza di produttori di macchine a controllo numerico e tecnologie altamente computerizzate e robotizzate, in cui il nostro Paese eccelle ed è mondialmente competitivo (ciò che viene ormai definita industria 4.0), ha uno spazio dedicato in un convegno (venerdì 8 pomeriggio) che prevede relazioni di esperti nazionali come il filosofo della scienza Silvano Tagliagambe, che introdurrà le tematiche relative a processi cognitivi e Intelligenza artificiale e il prof. Felice Ragazzo, fra i maggiori esperti di tecnologie computerizzate applicate al legno.

L’altra peculiarità che lega i vari eventi è l’attualità. Ad esempio, la catastrofe dell’abbattimento per vento di centinaia di migliaia di alberi, abeti rossi in particolare, che ha colpito il Bellunese e il Vicentino, trova in alcuni seminari approfondimenti e indicazioni di attenuazione del danno e prospettive future. Così come l’attenzione alla carpenteria, alle novità di cantiere, sia per l’efficienza organizzativa ed esecutiva, ha diversi riferimenti nei laboratori pratici e seminariali organizzati giornalmente.

Questo formidabile intento didattico è teso a coltivare l’interesse delle nuove generazioni all’impiego della risorsa legno e a mostrare innovazioni e opportunità professionali nell’edilizia abitativa e sociale. Il legno viene ancora troppo poco insegnato nelle scuole tecniche di grado secondario e superiore.