1. Home
  2. Notizie e Mercato
  3. Sebastian Fabio Agnello (SMC Italia) riconfermato Presidente GISI per il triennio 2015-2017

Sebastian Fabio Agnello (SMC Italia) riconfermato Presidente GISI per il triennio 2015-2017

Strumentazione tecnica di
Sebastian Fabio Agnello (SMC Italia) riconfermato Presidente GISI per il triennio 2015-2017
0/5
votato da 0 persone
Erminio Campanelli (Parcol) e Maurizio Puricelli (ABB) fanno il loro ingresso nel Consiglio Direttivo dell'Associazione

L’Assemblea Generale dei soci ha riconfermato gran parte del direttivo, esprimendo parere favorevole alla continuità di programma che negli ultimi anni ha visto GISI cambiare pelle. Tra i punti chiave del nuovo mandato vi sono il sostegno all'internazionalizzazione, la costituzione di nuovi comitati tecnici e la reimpostazione delle attività di indagine e studio del mercato

L'esito delle votazioni che lo scorso mese di dicembre è stato ratificato nel corso dell’Assemblea Generale dei soci, ha riconfermato a larghissima maggioranza il presidente uscente Sebastian Fabio Agnello al vertice di GISI, l’Associazione delle Imprese Italiane di Strumentazione, per il prossimo triennio 2015-2017.

Le procedure di voto, che quest’anno si sono svolte telematicamente avvalendosi di un’apposita piattaforma software certificata, hanno inoltre sancito la riconferma di Claudio Bertoli (Ametek) alla Vice Presidenza e di Raffaele Calgani (Ascon Tecnologic) alla carica di Tesoriere.

Alcune novità hanno invece interessato la squadra dei sei consiglieri. Accanto ad Angelo Colombo (Elettrotec), Roberto Gusulfino (Endress+Hauser), Piergiorgio Giovane (Tecnova HT) e Lino Ferretti (Emerson Process Management), hanno fatto il loro ingresso Maurizio Puricelli di ABB - Div. Process Automation ed Erminio Campanelli di Parcol.

«Sono particolarmente onorato di essere stato riconfermato alla presidenza di GISI, la più grande e rappresentativa associazione indipendente di settore, che con 250 aziende operanti in ambito di strumentazione e tecnologie per i mondi del controllo di processo, dell’automazione industriale e del laboratorio rappresenta uno dei comparti strategicamente più importanti per l'economia industriale italiana», afferma il Presidente Sebastian Fabio Agnello.

«Siamo l’unica associazione indipendente che investe, crea ed accresce gli asset di interesse per gli associati, in completa antitesi con lo stato di sofferenza delle altre associazioni» prosegue con orgoglio il Presidente, facendo evidente riferimento al notevole sviluppo registrato nel 2014 dalla testata tecnica Controllo e Misura, al blog www.gisiworld.it, inaugurato a maggio dello scorso anno, e soprattutto alle attività di sostegno all’internazionalizzazione delle imprese italiane, che hanno visto GISI varcare i confini continentali al fianco di un gruppo di associati per partecipare a Miconex 2014, la più importante manifestazione di automazione e strumentazione per il mercato cinese che si è svolta lo scorso mese di agosto a Beijing.

«Il prossimo triennio sarà molto importante per la nostra Associazione - prosegue il Presidente Sebastian Fabio Agnello - non solo per eventi come Expo 2015, che vedranno il nostro Paese protagonista, ma anche nell’ottica di una piena implementazione dell’ambizioso programma di rinnovamento, che GISI si è dato sin dal 2008 e che passo dopo passo ha visto l’Associazione cambiare pelle per essere sempre più vicina alle reali esigenze di un mercato in continua evoluzione».

Tra le linee programmatiche della riconfermata presidenza, spiccano l’attenzione alle tecnologie digitali, quale mezzo abilitante per offrire servizi sempre più tempestivi e di qualità agli associati, e la volontà di costituire nuovi comitati su strumentazione ponderale, reti di comunicazione, wireless, valvole e strumentazione per fluidi.
Particolare attenzione sarà inoltre posta al mondo del lavoro - con iniziative che dovranno essere sviluppate per agevolare l’incontro tra domanda e offerta - e ovviamente alle attività di internazionalizzazione, che oltre alla Cina vedranno l’esplorazione di altre aree di interesse per gli associati. Un focus particolare, inoltre, sarà posto sulle attività di analisi e monitoraggio del mercato, che saranno riorganizzate al fine di rendere le indagini e il tradizionale Osservatorio strumenti sempre più aggiornati e, quindi, efficaci.