Sicurezza 2017 si chiude tra grande soddisfazione e consenso

Sicurezza 2017 ha messo in campo un’offerta completa, in cui ciascuno ha trovato risposta alle proprie esigenze: business, formazione, soluzioni integrate, novità e anteprime sono state al centro di tre giorni animati dalla competenza e dalla curiosità degli operatori, accolti dalle aziende espositrici e dalle tante realtà che hanno contribuito la costruzione di un appuntamento di ampio respiro per il settore.

Così, l’edizione 2017 della biennale internazionale di Fiera Milano dedicata a security e fire, che per la prima volta si è svolta in contemporanea con Smart Building Expo, evento realizzato da Fiera Milano e Pentastudio dedicato al concetto di edificio in rete, si è chiusa con grande soddisfazione da parte di espositori, visitatori e organizzatori.

A testimoniare la buona riuscita di questo appuntamento ci sono i numeri: 25.569 visitatori professionali (+35% rispetto alla scorsa edizione) che hanno visitato i 465 espositori (+40% rispetto all’edizione precedente) su tre padiglioni (erano 2 nel 2015).

“I risultati di questa edizione di Sicurezza - ha spiegato Giuseppe Garri, Exhibition Manager della manifestazione - insieme al riscontro positivo dei partecipanti, sia per la qualità del business, sia per l’alto livello dei contenuti, rappresentano la dimostrazione concreta che lo spostamento della manifestazione dagli anni pari a quelli dispari, avvenuta due anni fa, ha funzionato”.
 
“Una strategia che ha guardato con maggiore attenzione all’estero - aggiunge Garri - e che proprio a livello internazionale ha visto una risposta davvero interessante, con gli espositori in crescita del 48% e i visitatori in aumento. Un segnale che conferma e consolida il ruolo di Sicurezza nel panorama fieristico europeo e in particolare nell’area del bacino del Mediterraneo per importanza e portata del settore”.

Ma la manifestazione non si misura solo attraverso le statistiche. La qualità dell’offerta e l’ampia panoramica di soluzioni presentate hanno posto Sicurezza 2017 al centro dell’attenzione del settore, in un momento particolarmente interessante per quanti desiderano cogliere nuove opportunità dallo sviluppo tecnologico in atto.

Così, in tre giorni di mostra sono stati sotto i riflettori tutti i comparti, dalla videosorveglianza, dove si sono fatte notare le tante applicazioni di intelligenza artificiale che rendono i sistemi ancora più efficienti e multifunzione, al controllo accessi, che unisce design e tecnologie altamente avanzate come il riconoscimento biometrico, dalla sicurezza passiva, con le serrature meccatroniche controllabili dallo smartphone, all’antintrusione, focalizzata su sistemi sempre sempre più user-friendly e integrati con altre funzioni della casa o del building, passando per il settore antincendio, che sta prendendo sempre più piede all’interno della manifestazione e che ha presentato le novità per la rivelazione e lo spegnimento. Grande interesse per le soluzioni per la città, che diventa sempre più intelligente per fornire standard elevati di servizi e comfort a chi la abita, ma anche tecnologie che si adattano oggi ad essere adottate per la lotta contro il terrorismo e aumentare la sicurezza nelle aree urbane. Anche i droni, in questa edizione di Sicurezza hanno dimostrato come ormai la security “decolli” sempre più spesso insieme a loro in numerose occasioni di monitoraggio e soccorso.

In generale il trend che è emerso in modo predominante è che (sia che si tratti di proteggere il proprio appartamento o di garantire libertà ai cittadini che si sentono minacciati da possibili attentati terroristici o persino di difendere il patrimonio naturalistico da calamità naturali) la sfida ormai si gioca sulla integrazione di tecnologie altamente innovative e soluzioni flessibili e facili da usare, studiate su misura e personalizzate per rispondere alle esigenze di ogni tipo di contesto di applicazione e soprattutto gestibili in ogni situazione, anche da remoto.