Torna la CIGS per cessazione per le aziende in crisi

È stato approvato in Consiglio dei Ministri il decreto con cui si punta ad intervenire sulle questioni più urgenti del paese. Tra queste c'è il ritorno della CIGS per cessazione: una misura dedicata alle imprese in crisi, cancellata dal Jobs Act.

Soddisfatto il Ministro del Lavoro e dello Sviluppo Economico, Luigi Di Maio, che aveva annunciato la reintroduzione dell'ammortizzatore sociale in occasione della sua visita alla Bekaert. Un impegno motivato dalla necessità di dare respiro alle famiglie quando le aziende chiudono o delocalizzano le loro attività.  

I sussidi verranno erogati sulla base di accordi tra Ministero del Lavoro, Mise e Regioni interessate, che potranno essere sottoscritti a decorrere dall'entrata in vigore del decreto e per gli anni 2019 e 2020, attraverso misure per il trattamento straordinario e l'integrazione salariale per le imprese in crisi, qualora le stesse abbiano cessato o cessino l'attività, e sussistano concrete possibilità di prossima cessione dell'azienda, o anche laddove sia possibile realizzare la reindustrializzazione del sito produttivo. In alternativa ai processi sopra descritti, la regione interessata potrà attivare specifici percorsi di politica attiva.