1. Home
  2. Notizie e Mercato
  3. Un cofinanziamento per scuole e altri edifici pubblici più sicuri

Un cofinanziamento per scuole e altri edifici pubblici più sicuri

Sicurezza di
Un cofinanziamento per scuole e altri edifici pubblici più sicuri
0/5
votato da 0 persone
Buone notizie dal Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti. Le domande dovranno essere presentate dalle Province e dalle Città metropolitane

La messa in sicurezza di edifici e strutture pubbliche, con priorità per gli edifici scolastici, non può aspettare. Una novità annunciata dal Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti va proprio in questa direzione. Ecco di cosa si tratta.

Dal 1 luglio e fino al 30 agosto, le 14 città metropolitane italiane, le 86 province e tutti i Comuni potranno presentare le domande di cofinanziamento statale per la redazione dei progetti. Le domande potranno essere presentate attraverso una piattaforma predisposta da Cassa Depositi e Prestiti, con accesso dal sito del Mit.

Tutti i dettagli sul cofinanziamento

Il cofinanziamento statale, a valere su un apposito Fondo del Mit, ha una dotazione di 90 milioni di euro in tre anni.

Le risorse saranno così ripartite: 4.975.000 euro alle città metropolitane, 12.437.500 euro alle province e 12.437.500 euro ai Comuni.

Ciascun progetto potrà essere co-finanziato per massimo l'80%. Le Province e le Città metropolitane possono presentare domanda di ammissione a cofinanziamento di uno o più progetti fino a concorrenza delle risorse assegnate per ogni anno ad ogni Ente.

I Comuni che vogliono accedere al Fondo possono invece presentare domanda di cofinanziamento per un numero massimo di tre progetti e per un importo massimo del cofinanziamento per ciascun progetto di 60.000 euro.