La Regione Sicilia investe sui professionisti tirocinanti

In arrivo dall'Assessorato del Lavoro della Regione Siciliana il finanziamento dei tirocini ordinistici. Un intervento intrapreso in via sperimentale che, attraverso la concessione di un’indennità di partecipazione, vuole coniugare un’azione di sostegno alla crescita specialistica dei giovani professionisti congiuntamente all’inserimento nel mondo del lavoro.
 
Il rafforzamento delle opportunità di accesso alle libere professioni punta ad un tirocinio in affiancamento con un tutor all’interno del soggetto ospitante, consentendo il contatto diretto con il mondo del lavoro, grazie all'opportunità per i tirocinanti di acquisire competenze e conoscenze specifiche, tecniche, relazionali e trasversali, tali da agevolare le scelte professionali e favorire occasioni lavorative.

Il beneficiario dell’avviso pubblico, previsto in pubblicazione nelle prossime settimane dal Dipartimento Regionale del Lavoro, è un giovane tirocinante in età compresa tra i 18 e i 35 anni, iscritto al registro dei praticanti, relativamente alle professioni in cui è previsto un tirocinio obbligatorio, presso un Ordine o un Collegio professionale; oppure un giovane che abbia conseguito il titolo di studio necessario per l’accesso alle professioni ordinistiche e intende svolgere un’esperienza di apprendimento e formazione professionale, nei casi in cui non è previsto il tirocinio obbligatorio.
 
Il professionista, lo studio professionale, l'impresa, il soggetto privato o l’ente pubblico, presso cui viene svolto il tirocinio, divengono, invece, i soggetti ospitanti. E il tirocinante, che presenta la domanda di finanziamento tramite il soggetto ospitante, percepirà un’indennità di partecipazione pari a 600 euro al mese. La durata massima ammissibile è di 12 mesi per una copertura complessiva di 15.000.000 milioni di euro a valere sull’Asse I del POR Sicilia FSE 2014 - 2020.