Prezzi delle case in flessione. Urgono interventi

Secondo i dati (stime preliminari) elaborati dall’Istat, nel 2017, in media, i prezzi delle abitazioni (IPAB) diminuiscono dello 0,4% rispetto al 2016, quando la variazione sul 2015 era stata pari a -0,8%, sintesi di un aumento dei prezzi per le abitazioni nuove (+0,1%) e di una diminuzione per quelle esistenti (-0,6%).

Guardando più nel lungo periodo, rispetto al 2010, nel 2017 i prezzi delle abitazioni sono diminuiti del 15,1% (-1,4% per le abitazioni nuove, -20,5% per le esistenti). Una situazione che ha messo in crisi i proprietari degli immobili e che ha spinto Confappi (Confederazione della Piccola Proprietà Immobiliare) a chiedere un intervento concreto da parte delle istituzioni: “Questa continua flessione dei prezzi - ha commentato il presidente di Confappi, Silvio Rezzonico - è certamente preoccupante per i proprietari degli immobili, che in molti casi sono costretti a svendere le loro proprietà. Occorre una scossa con interventi fiscali mirati a ripristinare il settore dell’edilizia e il mercato immobiliare”.