Quale tipologia di pavimento scegliere per le palestre e perché?

I pavimenti sportivi sono utilizzati in impianti indoor e palazzetti, per attività come calcio a 5, pallavolo, basket, pallamano, pattinaggio e molti altri sport ancora ma una palestra, oltre ad avere bisogno della massima qualità, necessita anche di una pavimentazione e di un rivestimento altamente performante e soprattutto polifunzionale, capace di adattarsi alle diverse esigenze e alle diverse attività in cui si cimentano ogni giorno gli atleti, sia professionisti che principianti.

É importante quindi che il pavimento abbia caratteristiche antiurto, e sia in grado di attutire le cadute accidentali degli attrezzi ma anche di proteggere i movimenti degli atleti. I pavimenti per le palestre devono proteggere e supportare i movimenti di tutto il corpo e soprattutto delle articolazioni durante la pratica dell’attività sportiva ed in particolare per le attività più specifiche come functional training, body building e crossfit.

Cosa offre il mercato dei pavimenti per palestre

Il mercato ha fatto veri e propri passi da gigante in questa direzioni, e le pavimentazioni maggiormente utilizzate sono quelle di tipo autoposante e realizzate in gomma, in quanto capaci di assorbire anche forti collisioni e ridurre i rischi collegati alle cadute. In più queste pavimentazioni permettono di controllare l’effetto del rimbalzo tutelando gli atleti da eventuali traumi.

Le varie tipologie di pavimenti e rivestimenti presenti oggi sul mercato si adattano a tutti gli ambienti, alle diverse tipologie ed esigenze: fitness, crossfit, arti marziali, aerobica, yoga, pilates ecc.
Per garantire una vera e propria adattabilità ad ogni disciplina dell’impianto sportivo, è necessario scegliere, oltre ovviamente alle essenziali attrezzature, anche la pavimentazione più appropriata, che possa venire incontro alle necessità delle attività che si intendono accogliere.

Caratteristiche della pavimentazione per palestre

Un rivestimento per palestra deve soddisfare numerosi requisiti tecnici: anti trauma, sicuro, resistente, anti shock, confortevole e flessibile.

Requisiti fondamentali

Prima di tutto occorre salvaguardare la sicurezza degli atleti, per questo vengono realizzate pavimentazioni in  gomma, resina, parquet sportivo, terra rossa, e molti altri, tutti con caratteristiche tecniche e sicurezza molto elevati.

I pavimenti per palestre devono possedere caratteristiche prestabilite dalle normative in vigore, devono resistere agli urti e possedere un’eccellente capacità di assorbimento. Solo grazie a questi requisiti è possibile assicurare la massima protezione agli atleti ed agli ambienti.

Altra caratteristica fondamentale è quella della fonoassorbenza: la pavimentazione limitare al minimo il filtraggio di suoni e rumori, e mediante l’abbattimento del rumore è possibile assicurare un ambiente confortevole sia ai locali all’interno dell’edificio, sia a chi vive, opera o lavora nei piani sottostanti.

Altra peculiarità è che il pavimento non subisca i danneggiamenti tipici degli ambienti sottoposti costantemente a temperature troppo elevate o basse, non creando così dilatazioni o rotture.

I pavimenti per palestre sono pratici da installare grazie al meccanismo ad incastro, non necessitano di manutenzione straordinaria e sono facili da pulire e da mantenere puliti. Sono personalizzabili e perfino smontabili. Il pavimento, di tipo modulare ad incastro si installa in maniera semplice e rapida poiché viene fornito in quadrozze dotate di un sistema con agganci autobloccanti che si incastrano tra loro in modo perfetto. Queste pavimentazione aderiscono perfettamente su qualsiasi tipologia di superficie. Infine, donano il massimo comfort, essendo morbide e piacevoli al tatto.

Clicca qui per la Scheda Azienda di Giwa.