Tecnocasa analizza il mercato degli immobili di prestigio

I valori degli immobili di prestigio sono sostanzialmente stabili o in leggera crescita. Questo segmento difficilmente conosce crisi dal momento che interessa un target di acquirenti con una buona disponibilità di spesa. Questi ultimi sono attratti soprattutto dalla localizzazione dell’immobile, che talvolta ne connota il pregio più delle sue caratteristiche intrinseche (finiture, arredi e parti comuni) che hanno comunque un peso importante nella valutazione da parte di un cliente TOP.

Importante infatti la metratura (a partire da 150 mq), minimo due bagni. Il terrazzo è sempre un must. Le richieste più ricorrenti riguardano essenzialmente la zona giorno (con saloni di rappresentanza e ampie cucine), la master bedroom con cabina armadio e il bagno en-suite. Un altro aspetto molto importante riguarda sicuramente la privacy.

A seconda del target cambiano le caratteristiche e le localizzazioni richieste: i manager e i dirigenti spesso preferiscono le zone centrali vicino alla sede di aziende e banche mentre esiste un target (es. imprenditori) che è più affascinato dai centri storici e dalle abitazioni storiche con soffitti a cassettoni e affreschi. Milano, tra tutte le grandi città, è stata quella che per prima ha intercettato la domanda di immobili nuovi di pregio, dando vita a diversi progetti sul territorio tra cui City Life e Porta Nuova.

Chi opta per le soluzioni nuove di pregio guarda il contesto, le tecnologie all’avanguardia, la classe energetica, la presenza della vigilanza ed anche accessori come la fitness room. Imprescindibile per tutti la presenza di un box, meglio se doppio e possibilmente all’interno dello stabile.

Tra coloro che hanno acquistato con il Gruppo Tecnocasa l’82,2% si è indirizzato sull’appartamento, il 11,3% sulle ville e sulle case indipendenti ed il 6,5% sull’attico. L’81% ha acquistato un’abitazione principale. Quanto alle metrature, il 37,1% ha acquistato un taglio compreso tra 100 e 150 mq, il 24,2% tra 151 e 200 mq, il 18,5% oltre 200 mq. Il 41,5% degli acquirenti è rappresentato da professionisti.