Guida Pergole

Pergolato: Permessi e detrazioni fiscali

5/5
votato da 1 persone

In quale tipologia di struttura rientra il pergolato?

Pur considerando la pergola come una struttura vera e propria, l'installazione della stessa non richiede il possesso dei permessi che generalmente sarebbero necessari per la costruzione di una tettoia in muratura o strutture similari. Infatti, la discriminante che differenzia un pergolato da una copertura esterna realizzata con l'utilizzo di mattoni e tegole, è proprio l'apertura. Nel primo caso, dunque, le travi che compongono lo scheletro devono permettere l'apertura su tre lati e nella zona del tetto.

Quest'ultima, infatti, può essere realizzata tramite lamine, tessuto come tela oppure vetro ma devono presentare un' apertura. Viceversa, le strutture con un tetto e pareti fisse realizzati con mattoni, tegole ecc richiedono dei permessi specifici. In generale, il permesso non viene considerato necessario se l'inserimento di un pergolato non vada ad ampliare sostanzialmente la dimensione della struttura limitrofa bensì potrà esclusivamente creare una zona di continuità o una sezione di ombra senza però modificare la planimetria.

I permessi

Spesso, quando ci si appresta ad acquistare una pergola ci si chiede quali siano i permessi necessari e se vi siano detrazioni e incentivi fiscali per la sua costruzione.
Per ciò che concerne i permessi, questi non sono necessari purché la pergola sia aperta sui tre lati e sulla superficie superiore. Non solo, essa deve poter essere rimossa facilmente. Ciò significa, come accennato in precedenza, che non può essere realizzata con mattoni, cemento, tegole e tutto ciò che generalmente viene utilizzato per costruire una struttura in muratura vera e propria.

Nel caso in cui la parte superiore venisse coperta con materiali non rimovibili, allora saranno necessari gli stessi permessi per la realizzazione delle tettoie, ossia i permessi di costruzione, poiché il pergolato amplierebbe lo spazio abitabile dell'immobile, e modificherebbe il volume complessivo dell'edificio. Tuttavia, è altresì necessario considerare che, per ciò che concerne le tettoie (e dunque i pergolati coperti permanentemente nell'area superiore) non sono necessari i permessi di costruzione se questa è ancorata al muro in modo precario, se è aperta su tre lati e se la sua struttura ombreggia un'area inferiore o uguale a 12 mq.

In sintesi, non sono richiesti permessi specifici per l'installazione di pergolati esterni se questi presentano:

  • struttura mobile realizzata con materiali quali legno, alluminio, metallo, tela, tessuto ecc;
  • presenza di minimo tre aperture laterali;
  • possibilità di rimuovere la copertura del tetto o assenza della stessa;
  • possibilità di rimuovere completamente la struttura.

Detrazioni e incentivi

Per ciò che concerne le detrazioni e gli incentivi fiscali, chi lo desidera può accedere ai cosiddetti bonus ristrutturazioni. La cifra massima detraibile è di 96000 euro e si avrà diritto al rimborso, in 10 anni, della metà delle spese sostenute. Pertanto, si potrà ottenere un rimborso massimo di 48000 euro, ossia 4800 euro all'anno per 10 anni.

Ricevi preventivi gratuiti e risparmia fino al 50%

Se cerchi il Prezzo migliore, chiedi a GuidaEdilizia, il network italiano per l'edilizia con il maggior numero di visite e presente sul mercato da oltre 15 anni. Affidati a noi! Oltre 10.000 persone lo hanno già fatto.  Compila gratuitamente e senza impegno il modulo e riceverai dai nostri Partner selezionati i preventivi più vantaggiosi.

I miei dati personali