La sfida della Campania sul contrasto all'abusivismo

Una proposta concreta al Governo e al Parlamento per bloccare il fenomeno dell'abusivismo è stata presentata in conferenza stampa dal Presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca.

"La Regione Campania ritiene necessario ed urgente introdurre misure legislative idonee a rendere più efficace e concreta l’azione di contrasto alla costruzione di immobili abusivi. Per questo abbiamo formalizzato una proposta di legge a Governo, partiti ed associazioni ambientaliste", ha dichiarato il Presidente De Luca.

La proposta prevede l'inasprimento del regime sanzionatorio nei confronti degli autori di abusi edilizi, elevando la qualifica dei reati edilizi ed urbanistici da contravvenzione a diritti, con una gradazione della pena fino a 5 anni; il prolungamento dei termini di prescrizione, non inferiore ai sei anni; la sospensione e riduzione della pena solo in caso di abbattimento dell'opera oggetto di abuso; la sospensione da albi professionali e registro delle imprese per chi commette abusi o li favorisce; la costituzione di una Agenzia nazionale presso la Presidenza del Consiglio incaricata di eseguire le demolizioni.

"La proposta della Regione, se tramutata in legge dello Stato - afferma De Luca - ci consentirà di bloccare nell'immediato l'abusivismo e successivamente di ragionare sulla gestione degli scempi e dei ritardi del passato".