Come Pulire il Parquet: i segreti e gli errori da evitare

di guidaedilizia.it
puliere parquet
5/5
votato da 1 persone

Vuoi che il tuo bel pavimento torni a splendere, ma hai paura di fare danni? Niente panico, leggi quest’articolo e scoprirai come si fa, azzerando i rischi

 

Quale pavimentazione rende la casa elegante e “calda” al tempo stesso? Il parquet, naturalmente. Ma a questi indiscutibili pregi fa da contraltare un difetto: la fragilità. Una cosa che devi assolutamente imparare è come pulire il parquet, senza rischiare di rovinarlo. Siamo qui per insegnartelo. Continua a leggere per scoprire tutti i segreti sull’argomento.

Come pulire il parquet: rimuovere la polvere

Prima di passare alla pulizia di fino, preoccupati di rimuovere il “grosso” dello sporco: polvere, capelli e pelucchi.

Puoi farlo con una scopa o con un aspirapolvere, ma assicurati che la spazzola sia morbida, altrimenti rischi di lasciare dei graffi. Puoi anche pensare di usare un panno antistatico se vuoi eseguire un lavoro ancora più accurato.

Come pulire il parquet: conoscere il proprio pavimento

Entriamo ora nel vivo delle operazioni. Devi sapere che esistono numerose tipologie di parquet (in legno massello, prefinito, prelevigato, oliato, con finiture colorate,…). Uno stesso detergente può essere ideale per un pavimento e dannoso per altri. Quindi, assicurati di conoscere bene il tuo parquet. Se hai dubbi, ti consigliamo di rivolgerti a chi ha eseguito la posa. Lui ti saprà indirizzare nel migliore dei modi.

Come pulire il parquet: i detergenti fai da te

Se non vuoi acquistare un prodotto specifico, ti presentiamo alcune soluzioni fai da te:

  • acqua e aceto (ma solo se il tuo parquet non è oliato);
  • acqua e poche gocce d’alcool, o di acquaragia;
  • succo di limone e olio d’oliva (il primo è uno sgrassatore, il secondo garantirà un aspetto lucido).

Per eseguire la pulizia, usa uno strofinaccio in microfibra e sfrega la superficie, seguendo le striature del legno.

Come pulire il parquet: i 3 errori da evitare

Prima di procedere con il lavaggio, tieni bene a mente questi 3 errori che non devi assolutamente commettere:

  1. lo strofinaccio dev’essere ben strizzato. L’acqua, infatti, è nemica del parquet e può causare macchie, aloni e perfino rigonfiamenti;
  2. come detto, non usare l’aceto se la tua pavimentazione in legno è di tipo oliato;
  3. evita prodotti come la candeggina, l’ammoniaca e i detergenti che fanno schiuma. Sono particolarmente dannosi.

Come pulire il parquet: la lucidatura

La superficie ora è pulita, ma non sei ancora soddisfatto del suo aspetto? Se vuoi che torni davvero a splendere come se fosse nuova, preoccupati anche di lucidarla.

Un panno di lana si rivela ideale per questa operazione. Bagnalo con poche gocce d’olio (oppure con prodotti appositi che si trovano in commercio) e strofina, seguendo anche in questo caso le striature naturali.

Un ultimo consiglio: se i graffi sono molto profondi, può rendersi necessario procedere con un intervento di manutenzione più complesso: la levigatura, a cui abbiamo dedicato un altro articolo. Puoi leggerlo cliccando sulla parola arancione.

Infine, se poi vuoi sapere tutto, ma proprio tutto su questa affascinante e amatissima superficie, non puoi perderti la nostra Guida al parquet in legno.