Ecobonus e bonus casa: ecco dove inviare la documentazione

Gli interventi con fine lavori nel 2019 volti a migliorare il risparmio energetico possono beneficiare dei cosiddetti ecobonus e/o bonus casa. Ma dove va inviata la documentazione?

Sono operativi i siti ENEA 2019 per la trasmissione dei dati: entrambi sono raggiungibili dalle pagine detrazionifiscali.enea.it e acs.enea.it.

Sarà possibile inviare la documentazione degli interventi che accedono alle detrazioni fiscali per riqualificazione energetica del patrimonio edilizio esistente (ex legge 296/2006) con incentivi del 50%, 65%, 70%, 75%, 80% e 85% e degli interventi di risparmio energetico e utilizzo di fonti rinnovabili (ex art.16 bis del DPR 917/86) che usufruiscono delle detrazioni fiscali per le ristrutturazioni edilizie.

Per aiutare gli utenti a risolvere problemi di natura tecnica e procedurale, sul portale ENEA acs.enea.it sono disponibili risposte alle domande più frequenti (FAQ), un vademecum e la normativa di riferimento.

Inoltre, per particolari esigenze ENEA ha creato una “finestra per il cittadino”: il lunedì (dalle 12.00 alle15.50) e il mercoledì (dalle 10.30 alle 14.00) sulla pagina acs.enea.it/contatti è possibile inviare quesiti ai nostri consulenti cliccando sui link in verde.

Si ricorda che per gli interventi di ristrutturazione che NON comportano risparmio energetico, non è necessario inviare nulla.

Il termine per la trasmissione dei dati all’ENEA è di 90 giorni dalla data di fine lavori. Per gli interventi la cui data di fine lavori è compresa tra l’1 gennaio 2019 e l’11 marzo 2019, il termine di 90 giorni decorre dall'11 marzo.