Guida Piscine esterne

Cosa devo sapere sulle piscine interrate?

4.7/5
votato da 7332 persone

Permessi, costruzione, manutenzione

Le piscine interrate necessitano di permessi per essere costruite perché queste strutture non rientrano nell’ambito dell’edilizia libera. Innanzitutto si deve verificare l'esistenza di eventuali vincoli paesaggistici oppure di limiti presenti nel piano regolatore comunale presso l'Ufficio Tecnico competente per territorio prima di iniziare la progettazione. In genere è sufficiente la DIA (denuncia d’inizio attività) se la superficie della piscina interrata non supera il 20% del volume dell’edificio. Di conseguenza si tratta di un intervento pertinenziale.

Bisogna presentare all'Ufficio Tecnico comunale il progetto elaborati da un professionista abilitato allegato alla domanda della DIA e pagando le spese di segreteria. Dopo 30 giorni è possibile iniziare i lavori perché vale il principio del silenzio assenso. Al contrario, occorre richiedere il permesso a costruire se l'intervento viene considerato come una nuova costruzione oppure se le dimensioni della piscina interrata superano il 20% del volume dell’edificio di pertinenza.

Proprio per questo motivo occorre considerare con attenzione le misure della vasca e quanto previsto dal regolamento comunale prima di poter determinare quali sono i permessi necessari. Un altro aspetto che non bisogna trascurare è quello della manutenzione: infatti si tratta di un elemento fondamentale per assicurare la funzionalità e la durabilità della struttura. Innanzitutto il filtro delle piscine deve essere pulito periodicamente ogni anno utilizzando prodotti specifici. Dopo averli aggiunti all'interno del filtro e averli fatti agire si attiva la procedura di contro lavaggio finché l'impianto non risulta essere completamente igienizzato. In secondo luogo la manutenzione della piscina esterna comprende la disinfezione dell'acqua attraverso un apposito processo chimico e il controllo dei valori del pH, cioè l'acidità idrica.

Questo valore parte da un massimo 14 a un minimo di 0 e permette di verificare la durezza e l'acidità dell’acqua, così da poter intervenire in maniera tempestiva per proteggere la struttura della piscina. Infatti i valori consigliati si attestano su 7,2-7,6 gradi alcalini. Se il pH dell'acqua è superiore e l'acqua è eccessivamente alcalina, la piscina esterna è soggetta a corrosioni e deterioramenti precoci. Ciò interessa sia le piastrelle e i rivestimenti delle pareti interne che il fondo piscina, le tubature e i filtri, che tendono a incrostarsi. Al tempo stesso l'acqua alcalina causa irritazioni cutanee e bruciore agli occhi alle persone che si bagnano nella vasca. Di conseguenza è necessario riequilibrare la composizione dell'acqua utilizzando appositi prodotti. In secondo luogo è necessario aggiungere sostanze chimiche l'acqua per igienizzarla e ossidare le materie organiche contenute. In questo modo si ottimizzano le prestazioni del sistema filtrante.

Si consiglia di usare il cloro in grado di decontaminare e sterilizzare il contenuto della vasca, eliminando i batteri e le particelle che possono contaminare l'acqua. Questo trattamento chimico permette di eliminare anche le alghe perché le piscine esterne sono sensibili alla formazione di questi organismi. In particolare si deve effettuare un'efficace opera di prevenzione per evitare la stessa formazione di queste infestanti. La soluzione migliore consiste nel cloro ipocloritico: la sua efficacia risulta essere leggermente minore rispetto al prodotto tradizionale, tuttavia è decisamente più sicuro. Infatti è privo di acido cianurico. In ogni caso bisogna rispettare le dosi consigliate per evitare di rendere l'acqua acida e causare disagi alle persone che utilizzano la vasca. Infine la pulizia e la manutenzione della piscina esterna comprende l’uso di un'asta telescopica, agganciando il tubo aspirante all’aspira fango e procedendo con movimenti lenti, da eseguire sia in senso verticale che in quello orizzontale.

Ricevi preventivi gratuiti e risparmia fino al 50%

Se cerchi il Prezzo migliore, chiedi a GuidaEdilizia, il network italiano per l'edilizia con il maggior numero di visite e presente sul mercato da oltre 15 anni. Affidati a noi! Oltre 10.000 persone lo hanno già fatto.  Compila gratuitamente e senza impegno il modulo e riceverai dai nostri Partner selezionati i preventivi più vantaggiosi.

I miei dati personali