Guida Isolamento acustico

Agevolazioni fiscali per l’installazione di pannelli fonoassorbenti

5/5
votato da 1 persone

Se hai deciso di intervenire sull’acustica della tua abitazione, potrai ottenere detrazioni del 50% sulla spesa effettuata per lavori di ristrutturazione o di manutenzione, sia ordinaria che straordinaria.

Detrazioni fiscali al 50% per l'insonorizzazione

Consultando la Guida dell’Agenzia delle Entrate puoi notare, alla lettera G del testo, che le agevolazioni spettano per i lavori finalizzati alla cablatura e al contenimento dell’inquinamento acustico, anche in assenza di opere edilizie. Per accedere a tali detrazioni devi tuttavia certificare il raggiungimento degli standard stabiliti dalla normativa. Raggiungere gli standard significa che, dopo aver effettuato gli allestimenti necessari all’insonorizzazione dell’ambiente con i pannelli acustici, ti sarà richiesta una documentazione specifica, che potrai ottenere da parte di un tecnico abilitato al rilascio di certificazioni acustiche; il perito dovrà garantire, dietro propria responsabilità, che gli standard previsti dalla normativa in materia sono stati pienamente rispettati. Per quanto riguarda gli edifici residenziali, gli standard sono i seguenti:

  • l’isolamento della facciata: 40 dB;
  • l’isolamento da calpestio: 63 dB
  • l’isolamento dei divisori interni: 50 dB.

Dunque, qualunque sia l’intervento effettuato, deve essere certificato il valore dell’insonorizzazione acustica. Significa che in seguito ai lavori di isolamento acustico, attraverso l'installazione di pannelli fonoassorbenti, il suono non dovrà avere valori superiori a quelli indicati.

Sgravi fiscali per l'isolamento termoacustico

Il motivo per cui l’insonorizzazione acustica è stata ritenuta meritevole di agevolazioni e sgravi fiscali è spiegabile con il complementare miglioramento dell’isolamento termico; insonorizzare un ambiente permette di migliorare le prestazioni energetiche dell’intero edificio, con un notevole risparmio anche in termini economici. Per tale ragione, i lavori sull’acustica di un appartamento o di un palazzo, possono essere effettuati usufruendo anche delle detrazioni fino al 65% dell'importo speso: rientrano nella categoria dei lavori di isolamento termoacustico.

Materiali come la lana di roccia, la lana di vetro e il sughero sono isolanti termici oltre che acustici. Con tali materiali si possono realizzare anche i cappotti termici, in quanto sono in grado di eliminare fenomeni di condensa e ponti termici, oltre che di isolare dai rumori più molesti. Per questo è importante scegliere con attenzione il materiale isolante acustico con cui deciderai di insonorizzare la tua casa. Gli interventi citati in precedenza hanno come obiettivo la riqualificazione energetica dell’edificio e agiscono sull’involucro dello stesso; perciò ti servirà l’asseverazione sottoscritta da un perito, il quale certifichi il valore della trasmittanza, precedente e successiva all’intervento di installazione dei pannelli acustici.

Invia la documentazione all'ENEA

Quando i lavori saranno stati completati, disporrai di un termine di 90 giorni per inviare all’ENEA la documentazione completa. Per ottenere il rimborso IRPEF è inoltre necessario inviare la scheda descrittiva dell’intervento, come accade per le riqualificazioni energetiche.
Ricapitolando: se l’intervento ha come oggetto esclusivamente l’isolamento acustico, la detrazione sarà del 50%; nel caso di lavori aventi come obiettivo l’isolamento termo-acustico, la detrazione sarà del 65% dell’importo speso.

Ricevi preventivi gratuiti e risparmia fino al 50%

Se cerchi il Prezzo migliore, chiedi a GuidaEdilizia, il network italiano per l'edilizia con il maggior numero di visite e presente sul mercato da oltre 15 anni. Affidati a noi! Oltre 10.000 persone lo hanno già fatto.  Compila gratuitamente e senza impegno il modulo e riceverai dai nostri Partner selezionati i preventivi più vantaggiosi.

I miei dati personali