Guida Pompe di calore

Pompe di calore: Tipologie e come funzionano?

0/5
votato da 0 persone

Pompe di Calore: Aria-Aria

Il principio di funzionamento delle pompe di calore aria-aria è molto simile a quello di un comune frigorifero anche se con modalità inversa. In che modo? Prendono il calore presente nell'aria di un ambiente esterno, la riscaldano e la immettono poi in un ambiente interno per assicurare il riscaldamento. Proprio per questo motivo vengono definite pompe di calore aria-aria. In questa categoria, esistono differenti brand che realizzano prodotti molto efficienti.

Tra questi segnaliamo sicuramente le pompe di calore Daikin che rappresentano la soluzione ideale per soddisfare sia la necessità di riscaldamento che di condizionamento di un'abitazione. Si caratterizzano innanzitutto per la notevole semplicità di installazione e per il fatto che si adattano perfettamente a qualsiasi ambiente, anche in virtù del fatto che possono sostituire i tradizioni impianti di riscaldamento di tipo elettrico. Questo è reso possibile grazie alle unità flessibili che sono in grado di essere installate e adattate a qualsiasi tipo di abitazione.

Contemporaneamente, la classe energetica caratterizzata dalla tripla classe A, assicura tutti requisiti attulamente richiesti dalla bioedilizia. I consumi energetici complessivi sono ridotti di circa il 30% grazie alla particolare tecnologia ad inverter che permette di modulare la capacità della pompa di calore in base alle effettive esigenze dell'ambiente da riscaldare. L'inverter infatti evita una continua accensione e spegnimento della pompa ma regola la potenza in base alla temperatura desiderata.

Pompe di calore: Aria-Acqua

La pompa di calore aria-acqua sfrutta uno degli elementi gratuiti più facilmente reperibili in natura: l'aria. Se si decide di installare un impianto di riscaldamento con questo tipo di pompe di calore, i consumi energetici per il riscaldamento possono ridursi sensibilmente e l'investimento sarà ammortizzato in poco tempo.

Il funzionamento pervede che il calore presente nell'aria esterna sia trasferito all'acqua dell'impianto per procedere al riscaldamento e per produrre acqua calda sanitaria. Ne consegue che l'efficienza maggiore di questo tipo di impianto si avrà quando le temperature sono più elevate, mentre tenderà a diminuire con l'approssimarsi della stagione fredda.

Un impianto di riscaldamento con pompe di calore aria-acqua è quello che utilizza dispositivi caratterizzati da un indice COP (Coefficiente di Prestazione) abbastanza elevato. Da ultimo segnaliamo che in commercio sono presenti anche pompe di calore aria-acqua reversibile in grado di soddisfare anche le necessità di rinfrescamento durante la stagione estiva. Qualora si disponga di uno spazio abbastanza ampio da riscaldare, si può ricorrere alle pompe di calore aria-acqua con recupero di calore, caratterizzate da un sistema di circolazione dell'aria che permette di rendere più efficiente l'impianto in termini energetici.

Pompe di calore: Geotermica

Le pompe di calore geotermiche rappresentano la migliore risposta alle esigenze di riscaldamento e produzione di acqua sanitaria da fonti rinnovabili. Questo perché utilizzano come fonte di energia due elementi, il terreno e le falde acquifere, la cui temperatura si mantiene costante intorno ai 14 gradi fino a circa 100 metri di profondità.

L'energia viene accumulata attraverso un sistema di tubature poste in profondità in maniera verticale, all'interno di pozzi, o orizzontale, parallelamente alla superficie, che viene trasferita a due diversi scambiatori. L'impianto è composto da un compressore che agevola l'accumulo dell'energia. All'interno delle tubature scorre un liquido composto da acqua e antigelo. Si tratta indubbiamente di un impianto che può comportare un sensibile risparmio energetico che però presenta anche degli svantaggi.

Innanzitutto, la realizzazione è abbastanza costosa ed in secondo luogo, la temperatura dell'energia accumulata non è mai molto elevata. Per avere maggior calore bisognerebbe aumentare il consumo di energia elettrica e ciò potrebbe non rendere più conveniente l'investimento. Da considerare anche che spesso l'impianto è abbastanza rumoroso e quindi difficilmente realizzabile in centri abitati a causa dell'inquinamento acustico.

Video: GuidaEdilizia spiega il funzionamento della Pompa di Calore