Guida Porte blindate

Interventi di riparazione sulle porte blindate

0/5
votato da 0 persone

Vi sono alcune circostanze in cui la porta blindata non funziona correttamente e pertanto richiede delle riparazioni da parte di personale specializzato.

Registrazione della porta blindata

Per questa operazione è necessario agire a livello delle cerniere. Il tecnico, dopo aver rimosso la guarnizione superiore della cerniera, servendosi della apposita brugola, incomincia a ruotare in senso orario per alzare il telaio oppure in senso antiorario per abbassarlo. Quando la brugola non si muove più significa che la porta ha riacquistato il suo assetto funzionale e quindi che la registrazione ha avuto buon esito.

Regolazione della serratura

Quando la chiave rimane bloccata all'interno della serratura e non è possibile estrarla bisogna ricorrere all'assistenza; le cause di tale inconveniente sono spesso riconducibili alla conformazione delle chiavi, costituite da piccoli fori che possono otturarsi con la polvere. Servendosi di prodotti specifici non oleosi, il tecnico spruzza una piccola quantità nell'intercapedine tra chiave e serratura e, procedendo con estrema cautela, incomincia a compiere movimenti rotatori fino al momento in cui la chiave si muove. Dopo averla sfilata, procede alla pulizia della serratura mediante uno speciale kit in sua dotazione.

Sostituzione del paraspifferi

Nella maggior parte dei casi le porte e i portoni corazzati sono dotati di paraspifferi, installati nella parte inferiore e che svolgono anche il compito di respingere la polvere. Si tratta di spazzole a setole morbide che, nel tempo, sono soggette a deterioramento per usura. Di solito il loro posizionamento prevede la presenza di una struttura dotata di tasselli che devono venire asportati per sostituire il dispositivo. Alcuni modelli di porte blindate sono forniti di una piccola manopola, svitando la quale si ottiene facilmente la liberazione della spazzola che può essere sfilata dalla sua guida. In caso contrario, il tecnico deve allentare i tasselli e procedere all'asportazione della spazzola, che spesso è bloccata dall'accumulo di polvere. È necessario lubrificare il meccanismo di scorrimento della spazzola per renderne possibile il distacco. Successivamente viene inserita la nuova spazzola da infilare precisamente nella guida per poi farla scorrere in tutta la sua lunghezza. Se questa procedura non è attuabile, il tecnico deve asportare la porta dai cardini e, dopo averla appoggiata a terra orizzontalmente, sostituire il vecchio paraspifferi con quello nuovo.

Volendo evitare questi interventi è possibile (anche se non per tutti i modelli di porte blindate) applicare delle spazzole anti-spifferi adesive, estremamente economiche ma di facile deterioramento e pertanto poco consigliate.
In molti casi il personale specializzato in manutenzione sceglie di applicare alla porta uno strip di gomma, da inserire sotto al telaio per tutta la sua lunghezza, che, se incollato a regola d'arte, garantisce eccellenti standard qualitativi con una spesa molto conveniente.
Il requisito fondamentale per questa soluzione è la qualità della colla di fissaggio, che deve essere garantita e certificata per queste prestazioni.

Ricevi preventivi gratuiti e risparmia fino al 50%

Se cerchi il Prezzo migliore, chiedi a GuidaEdilizia, il network italiano per l'edilizia con il maggior numero di visite e presente sul mercato da oltre 15 anni. Affidati a noi! Oltre 10.000 persone lo hanno già fatto.  Compila gratuitamente e senza impegno il modulo e riceverai dai nostri Partner selezionati i preventivi più vantaggiosi.

I miei dati personali