Guida BIM

Quali sono i software con tecnologia BIM e i loro prezzi?

5/5
votato da 1 persone

Che cosa sono i software BIM e perché sono importanti

I software BIM (Building Information Modeling) sono dei programmi che permettono di gestire la progettazione di modelli 3D con una maggiore coordinazione rispetto ai programmi tradizionali. La loro particolarità deriva proprio dalla possibilità di creare e inserire degli oggetti e i dati relativi: per esempio, a una parete potranno essere allegate misure e proprietà come la trasmittanza termica. Tutte le operazioni, inoltre, saranno gestite attraverso un’unica piattaforma, BIM appunto, che permetterà ai professionisti come architetti, progettisti e ingegneri di lavorare con maggiore sinergia. L’importanza che questa innovativa tecnologia ricopre ha portato le amministrazioni italiane a sceglierla come nuovo metodo di progettazione per i lavori pubblici, e presto l’utilizzo del BIM sarà un requisito necessario per partecipare agli appalti. Tuttavia, ci sono alcuni costi che devono essere presi in considerazione: ecco quali.

Quanto costa in media un software BIM?

Per valutare i prezzi di un programma di questo tipo occorre prima individuare le sue principali declinazioni, che prevedono una spesa maggiore o minore a seconda delle funzioni che dovranno ricoprire.

  • Software BIM di base: solitamente si può utilizzare un programma BIM unicamente per il rendering di oggetti tridimensionali come pareti, finestre e coperture, oltre alla progettazione di impiantistica idraulica o elettronica. In questo caso il costo è minore, e si aggira intorno ai 6.800 euro.
  • Software BIM computazionali: naturalmente, i programmi BIM comprendono anche la possibilità di svolgere calcoli e previsioni di tipo computazionale, un aiuto ideale per essere sicuri di non compiere errori di misurazione. Il costo, però, aumenta, e può arrivare a 12.000 euro.
  • Software BIM per la progettazione completa: se si decide di adottare questo tipo di programma, che è il più completo fra quelli BIM, è necessario essere pronti a pagare un prezzo decisamente più alto: 32.000 euro all’anno.

La formazione, un costo aggiuntivo

Un’ulteriore spesa che bisogna sostenere nel caso si voglia acquistare un software BIM è quella necessaria per la formazione di uno o più responsabili, che andranno a ricoprire posizioni legate al BIM management. Si tratta di una figura cruciale, che non può mancare in tutti gli uffici o gli studi dove si voglia implementare questa particolare tecnologia di rendering: la spesa per la formazione, normalmente, si aggira intorno ai 2.000 euro, anche se non mancano dei master più specializzati che possono costare anche 6.000 euro.

Insomma, l’adozione della tecnologia BIM rappresenta un vero e proprio investimento, che potrebbe spaventare le aziende che, soprattutto nei periodi di crisi, si trovano a dover perdere in un primo momento una certa quantità di denaro. Tuttavia, è bene notare come i software BIM permettano, col tempo, di risparmiare non poco, in quanto si ha una coordinazione totale fra tutti i settori coinvolti nella costruzione di un edificio. Per esempio, non sarà più necessario ricorrere a programmi distinti per architetti, geometri e progettisti: sarà sufficiente che ognuna di queste figure si coordini tramite BIM per ottenere degli ottimi risultati in breve tempo.

Ricevi preventivi gratuiti e risparmia fino al 50%

Se cerchi il Prezzo migliore, chiedi a GuidaEdilizia, il network italiano per l'edilizia con il maggior numero di visite e presente sul mercato da oltre 15 anni. Affidati a noi! Oltre 10.000 persone lo hanno già fatto.  Compila gratuitamente e senza impegno il modulo e riceverai dai nostri Partner selezionati i preventivi più vantaggiosi.

I miei dati personali