Guida Infissi e serramenti

Finestre ad alto isolamento termico e comfort abitativo

4.8/5
votato da 176 persone

La maggior parte delle dispersioni termiche avviene attraverso la finestra, sia perché l'installazione non è stata fatta a regola d'arte che per il fatto di avere infissi non adeguatamente coibentati. Infatti in commercio esistono tanti modelli diversi di serramenti, che si distinguono per il materiale utilizzato, il sistema di movimentazione, le caratteristiche tecniche e la trasmittanza termica. Questo valore indica la capacità della finestra di garantire gli scambi di calore.

Minore è la trasmittanza termica e maggiore e la coibentazione dell'infisso. Bisogna tenere a mente che una scorretta posa in opera oppure la scelta di serramenti non adatti porta a dispersioni energetiche che possono raggiungere fino il 23% del calore del riscaldamento invernale. Al tempo stesso durante l'estate l'aria calda penetra negli ambienti interni e li surriscalda, portando a un aumento dei consumi per il raffrescamento.

Proprio per questo motivo adottare soluzioni accuratamente progettate, dalle caratteristiche tecniche adeguate e installate a regola d'arte consente di abbattere i consumi di gas ed energia elettrica e, di conseguenza, gli importi delle bollette. Inoltre bisogna tenere a mente che questi modelli garantiscono anche un miglior comfort abitativo. Infatti riducono la formazione di spifferi che possono provocare la formazione di muffe e aumentare il tasso di umidità all'interno della stanza.

Qualè la soluzione migliore per un'alto risparmio energetico?

In secondo luogo questi serramenti isolanti sono studiati per impedire la formazione di condensa sul vetro. Si tratta di un fenomeno che da un lato favorisce l'umidità interna, dall'altro può avere nel lungo periodo effetti negativi sullo stato del telaio, soprattutto se realizzato in legno. Il livello di isolamento termico della finestra è dato dal tipo di materiale usato per il telaio, dalla eventuale presenza di camere d'aria e dalla tipologia di vetro. La soluzione migliore consiste nell'adottare prodotti dotati di doppi oppure tripli vetri a bassa emissione.

Infatti la struttura è composta da due o tre lastre ricoperte da uno speciale rivestimento che migliora l'efficienza termica complessiva dell'elemento. Inoltre l'intercapedine tra un vetro e l'altro può essere riempita con aria oppure con gas argon. Nel primo caso si parla di vere e proprie camere d'aria, grazie alle quali abbattere la trasmittanza termica dei serramenti. Infatti l'aria ferma risulta essere il miglior isolante esistente. Un altro aspetto da tenere a mente è che le camere d'aria possono essere presenti anche all'interno dei profili. Questa soluzione viene utilizzata soprattutto per le finestre in pvc perchè si tratta di un materiale facile da lavorare.

Video: Le tipologie di finestre presenti sul mercato

ECLISSE Syntesis Collection: per ogni gusto uno stile